Coronavirus: deciso aumento dei positivi dopo la nuova normativa, ma il Ministero escluderà i ricoverati per cause diverse

Coronavirus: deciso aumento dei positivi dopo la nuova normativa, ma il Ministero escluderà i ricoverati per cause diverse
SanremoNews.it INTERNO

Saranno quindi solo casi di Coronavirus e come tali saranno tracciati e comunicati ai sistemi di sorveglianza ma non conteggiati tra i malati

Le Regioni, infatti, avevano chiesto al Ministero della Salute di escludere i pazienti ricoverati per cause diverse ma positivi al Covid dall'elenco dei ricoveri e quindi dal relativo calcolo dell'occupazione dei posti letto in area medica.

Intanto, a livello nazionale sembra che ci si avvicini ad un cambio del conteggio dei ricoveri Covid. (SanremoNews.it)

Su altri giornali

E così le Regioni preparano una lettera per il ministero e l'Istituto superiore di sanità dove si chiede di cambiare alcune misure. Il Covid circola tantissimo, i servizi delle Asl non sono più in grado da giorni di tracciare tutti i casi, negli ospedali si vedono aumentare i ricoveri. (La Repubblica)

Tanto vale togliere il sistema delle Regioni a colori” dice il presidente della Fondazione Gimbe, Nino Cartabellotta sottolineando che la proposta di cambio di contabilizzazione separata tra pazienti ospedalizzati per Covid-19 e pazienti ricoverati per altre patologie, con infezione da Sars-CoV-2 ma asintomatici per Covid-19 porta a “sottostimare il reale sovraccarico degli ospedali”. (Liguria24)

Così la fondazione Gimbe, attraverso una nota a firma del presidente Nino Cartabellotta, ha espresso forte contrarietà in merito al nuovo eventuale sistema di conteggio. (triestecafe.it)

Covid: cambia il conteggio dei ricoveri, esclusi i positivi asintomatici in ospedale per altre cause

Di conseguenza, risulta molto difficile immaginare la gestione degli ‘asintomatici’ senza risorse aggiuntive, in particolare locali e personale”. Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella! (Livesicilia.it)

Matteo Guidelli – “Non c” è alcun atto formale” di modifica dei parametri, dice il ministero della Salute ricordando che già l” Istituto superiore di sanità ha dato parere contrario. (Umbria Journal il sito degli umbri)

Ma se il trend non si inverte, le prossime settimane vedranno altre 10 regioni cambiare colore: Friuli Venezia Giulia, Lazio, Marche, provincia di Trento, Toscana e Veneto hanno sforato la soglia del 20% nelle intensive mentre Liguria, Umbria Lombardia, e Valle d’Aosta sono già oltre il 30% dell’occupazione nei reparti Covid. (RagusaOggi)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr