MUORE POCHI MINUTI DOPO VACCINO PFIZER/ Gli esperti: 'La puntura non c'entra'

MUORE POCHI MINUTI DOPO VACCINO PFIZER/ Gli esperti: 'La puntura non c'entra'
Il Sussidiario.net INTERNO

Certo è che il clima che in Italia è stato creato “da una certa parte” intorno al vaccino non aiuta a sottoporsi tranquillamente alla somministrazione.

Non è che ogni volta che accade un incidente di questo tipo si possa tornare sulla questione della sicurezza del vaccino.

Credo che in Italia un caso come questo, cioè la morte a pochi minuti dalla somministrazione del vaccino, non sia mai accaduto“

Saranno eseguiti tutti gli approfondimenti necessari per capire cosa sia successo a Rosignano, ma mi sento dire che il vaccino non c’entra niente. (Il Sussidiario.net)

Ne parlano anche altre testate

Secondo la ricostruzione dell’Azienda sanitaria l’uomo, dopo la vaccinazione, avrebbe trascorso i 15 minuti di attesa previsti all’interno dell’hub, quindi sarebbe uscito dalla struttura per poi rientrare poco dopo accusando un senso di oppressione retro-sternale e nausea. (Controradio)

L’infettivologo, rispetto alla morte di Federico Bertoli, deceduto poco dopo aver ricevuto la seconda dose di vaccino, ha aggiunto: “L’immediatezza dell’evento rispetto alla somministrazione ci dice con ancora maggior certezza che il vaccino non ci incastra niente. (ROMA on line)

Livorno, muore di infarto dopo aver fatto la seconda dose del vaccino contro il covid nell'hub di Rosignano: la vittima aveva 53 anni. A Livorno un uomo muore di infarto dopo aver fatto il vaccino: aveva 53 anni e secondo quanto riportato dai media i sanitari lo hanno stabilizzato una prima volta ma un secondo attacco mentre l’ambulanza lo trasportava in ospedale a Livorno gli è stato fatale. (Notizie.it)

Federico Bertoli, 53 anni, muore subito dopo aver ricevuto la seconda dose Pfizer – Il Giornale di Udine

Ad una prima valutazione, visti anche i tempi ridotti tra la vaccinazione e il malore accusato e l’assenza riferita di patologie allergiche:. Dopo le manovre rianimatorie effettuate dal personale, l’attività cardiaca è ripresa. (Livorno Press)

A seguito delle manovre rianimatorie effettuate dal personale, l’attività cardiaca è ripresa, il paziente è stato inviato al pronto soccorso di Cecina ma purtroppo è deceduto durante il trasporto”. (Quotidiano del Sud)

L’uomo è andato in arresto cardiaco, ma le manovre rianimatorie dei medici avevano portato il cuore di Bertoli a riprendere funzionalità. Federico Bertoli aveva solo 53 anni, era originario di Castelnuovo della Misericordia (frazione di Rosignano) e si era recato nell’hub vaccinale di Rosignano Solvay per farsi inoculare la seconda dose di Pfizer (Il Giornale di Udine)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr