Vaccino anti-Covid, terza dose anche per il personale sanitario e per tutti gli over 60

ModenaToday SALUTE

Per tutte queste nuove fasce di popolazione si tratta di dosi booster o di richiamo, che vanno somministrate dopo almeno sei mesi dall’ultima dose perché la terza dose in questi casi serve a mantenere nel tempo un adeguato livello di risposta immunitaria: è previsto l’utilizzo del vaccino Comirnaty di Pfizer-BNT a prescindere dal vaccino utilizzato per il ciclo primario

“La terza dose, per le persone per cui è prevista, è un passaggio imprescindibile del piano vaccinale, cioè lo strumento, ci tengo a ricordarlo, che ci sta permettendo ogni giorno di più di lasciarci alle spalle la pandemia- afferma l’assessore alle Politiche per la salute Raffaele Donini-. (ModenaToday)

Se ne è parlato anche su altre testate

“La campagna vaccinale anti-influenzale è stata sempre importante, lo è ancora di più quest’anno ai tempi del Covid-19“, ha spiegato Alberto Cirio. Negli studi dei medici partirà, come ricordavamo, il 14 ottobre la campagna vaccinale“, ha spiegato l’assessore regionale alla Sanità Luigi Icardi (Radiogold)

Le stime che negli ultimi giorni circolano sui giornali variano parecchio e vanno dai 2,5 milioni di non vaccinati ai 5 milioni. (Pagella Politica)

Anche in questo caso le convocazioni dovranno tenere conto del fatto che siano passati almeno 180 giorni tra seconda e terza dose Si partirà dal 18 ottobre con le prime 6.400 persone che hanno già superato i 6 mesi dalla seconda dose. (Prima Chivasso)

“Adesso in Italia abbiamo una percentuale di vaccinati molto alta e quindi finalmente siamo riusciti a mettere il Covid nel recinto. Agli occhi degli osservatori internazionali, l’Italia sta meglio, anzi sta bene. (L'HuffPost)

E "poiché le fasce d'età adulta alle quali viene" tradizionalmente "raccomandata la vaccinazione contro l'influenza stagionale sono anche a rischio di sviluppare Covid grave", per il Sage "la somministrazione contemporanea di un vaccino antinfluenzale inattivato e di qualsiasi vaccino Covid-19 autorizzato dall'Oms per l'uso di emergenza è accettabile e massimizzerà l'assorbimento di entrambi i vaccini". (Today.it)

Al via le terze dosi per over 80 e ospiti e operatori Cra. Lunedì pomeriggio erano in totale 15.055 le terze dosi già erogate in Emilia-Romagna: l’azienda sanitaria ad averne somministrate di più è quella della Romagna (4.754), a seguire Reggio Emilia (4.207), Bologna (2.598), Ferrara (1.120), Parma (884), Modena (660), Piacenza (554) e Imola (278). (CesenaToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr