Processo omicidio Willy, l'avvocato Marzi: «Le lettere di perdono? Mandate con raccomandata: incommentabili»

Processo omicidio Willy, l'avvocato Marzi: «Le lettere di perdono? Mandate con raccomandata: incommentabili»
Corriere TV INTERNO

Il legale commenta le lettere di perdono inviate dagli imputati alla famiglia del giovane, ucciso a calci e pugni nella notte tra il 5 e il 6 settembre, lettere inviate con raccomandata con ricevuta di ritorno.

«Rappresentano la superficialità della condotta degli imputati», chiosa l'avvocato

Così l'avvocato Domenico Marzi, che assiste la famiglia di Willy, a conclusione della prima udienza del processo in Corte d'assise a Frosinone. (Corriere TV)

Su altri media

Per la prima volta, gli occhi dei genitori di Willy si sono incrociati con quelli dei possibili colpevoli: “Mio figlio oggi è con noi e ci dà la forza di affrontare l’udienza. Tristezza, solo tristezza”, queste le parole della mamma dell’aspirante chef di Palliano prima di entrare in aula (Calciomercato.com)

Il gip aveva rigettato la richiesta e stamattina l'ha rigettata anche il presidente della Corte d'Assise. In aula c'è solo Francesco Belleggia, accusato come gli altri di omicidio volontario aggravato dai futili motivi e ai domiciliari (ilmessaggero.it)

L'avvocato Domenico Marzi, difensore della madre e della sorella di Willy, ha confermato che sarebbero arrivate delle lettere con delle richieste di perdono da parte di alcuni degli imputati. Alla sbarra, oggi davanti alla Corte di Assise, 4 persone: i fratelli Marco e Gabriele Bianchi, Francesco Belleggia e Mario Pincarelli, accusati di omicidio volontario aggravato dai futili motivi. (RomaToday)

«Oggi siamo tutti Willy, i killer non devono uscire». Niente sconti della Corte: no al rito abbreviato

Un passaggio lo riservano alla famiglia di Willy: «Sono persone che hanno una grande sensibilità e una grande rigore intellettuale. Un particolare davvero agghiacciante, quello che rivela l'avvocato Domenico Marzi poco prima dell'inizio del processo nei confronti dei fratelli Marco e Gabriele Bianchi, di Mario Pincarelli e di Francesco Belleggia. (ciociariaoggi.it)

Quello che è appena iniziato è, dunque, un processo in cui giudici dovranno valutare se veramente esistono diversi gradi di responsabilità. Ma alla fine ci giovano, perché sono una rappresentazione evidente della superficialità nella condotta da parte degli imputati. (ciociariaoggi.it)

LA PRIMA UDIENZA Omicidio di Willy, domani l'udienza: «I genitori per. Dieci giugno, prima udienza del processo per la morte di Willy Monteiro Duarte, 21enne di origine capoverdiana, quattro i giovani di Artena accusati di omicidio volontario aggravato dai futili motivi. (ilmessaggero.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr