Rapporto Uk: "Covid il più grande fallimento del Paese, errori monumentali"

Rapporto Uk: Covid il più grande fallimento del Paese, errori monumentali
L'HuffPost ESTERI

La gestione della prima fase della pandemia nel Regno Unito è stata uno dei peggiori fallimenti della salute pubblica: lo denunciano i parlamentari britannici in un rapporto.

I laburisti, invece, hanno evidenziato gli “errori monumentali” commessi dal governo Johnson

Il Regno Unito ha ottenuto “alcuni grandi risultati e commesso alcuni grandi errori.

E nonostante il Paese sia stato uno dei primi a sviluppare un test per il Covid nel gennaio 2020, ha “sprecato” il suo vantaggio. (L'HuffPost)

Se ne è parlato anche su altre testate

Un'accusa già ampiamente circolata, malgrado le smentite governative, e che ora il documento certifica. Un'autodifesa che non convince vari specialisti, esponenti del mondo ospedaliero e familiari delle vittime, irritati anche dalla conferma della decisione annunciata mesi fa dal primo ministro di posporre la promessa inchiesta pubblica indipendente sull'accaduto a non prima di metà 2022 (Il Messaggero)

Per questo il rapporto indica l’approccio del Regno Unito alla pandemia come «il più grande fallimento della sanità pubblica». untava all'immunità di gregge, ma ha solo provocato morti che potevano essere evitate. (Ticinonline)

"Il disastro peggiore nella storia della sanità britannica, costato decine di migliaia di morti che potevano essere salvate". Regno Unito, Boris Johnson fa dietro-front e si isola per il Covid. (la Repubblica)

Covid, il rapporto del parlamento: “Regno Unito entrò tardi in lockdown

«Il governo sperava di riuscire a evitare un lockdown per evitare le pesanti ricadute che questo avrebbe comportato sull’economia nazionale, sui servizi sanitari e sulla società» si legge Secondo un’indagine condotta da 22 legislatori, il premier Johnson non avrebbe fronteggiato al meglio i primi giorni della pandemia. (La Sentinella del Canavese)

Un’autodifesa che non convince vari specialisti, esponenti del mondo ospedaliero e familiari delle vittime, irritati anche dalla conferma della decisione annunciata mesi fa dal primo ministro di posporre la promessa inchiesta pubblica indipendente sull’accaduto a non prima di metà 2022. (IL GIORNO)

Era il 23 marzo quando il premier Boris Johnson ordinò il lockdown per il Regno Unito. Queste decisioni hanno portato al successo del programma di inoculazione della Gran Bretagna, che vede quasi l’80% delle persone dai 12 anni in su completamente vaccinate. (Il Fatto Quotidiano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr