Abbattimento dei mufloni al Giglio, il Parco: "Specie aliena, invasiva e dannosa"

Abbattimento dei mufloni al Giglio, il Parco: Specie aliena, invasiva e dannosa
La Nazione INTERNO

«Dalla primavera a oggi ne abbiamo catturati 20 - spiega ancora Sammuri -: 10 sono stati trasferiti in un centro di recupero animali a Semproniano (Grosseto), e 10 in un'azienda agricola a Miemo, in provincia di Pisa

Per la prima volta il Parco quest'anno, con fondi del progetto Life, ha iniziato a catturare i mufloni, attività che proseguirà nei prossimi mesi affiancando gli abbattimenti.

In 25 anni di esistenza il parco dell'Arcipelago Toscano ha abbattuto 2100 mufloni tra Elba, Giglio e Capraia (La Nazione)

La notizia riportata su altre testate

Ed è falso che il muflone del Giglio debba essere rimosso per danni all'agricoltura, peraltro insignificanti. Il problema è che il muflone è, in Italia peninsulare, una specie aliena, cioè una specie che non si è co-evoluta con gli habitat italiani e la sua presenza è quindi fonte di squilibrio potenzialmente molto dannoso per altre specie autoctone e preziose. (GiglioNews)

I mufloni hanno bisogno di noi” – concludono le associazioni animaliste L‘appello delle associazioni è ad intervenire, presidiando i territori dell’Isola per impedire gli atti venatori. (Sardegna Reporter)

Sono animali incompatibili con la biodiversità dell’isola, che modificano l’equilibrio del Giglio. Considerano i. (L'Arno.it)

Autodromo “Franco di Suni” Mores, fiore all’occhiello dell’isola

L’illegittimo iter burocratico ha permesso di eludere le concentrazioni dei materiali inquinati, consentendo alla società che gestisce la discarica di conseguire un illecito guadagno economico. I carabinieri hanno eseguito anche perquisizioni negli uffici dei dirigenti provinciali che hanno rilascio le autorizzazioni. (LaPresse)

I mufloni, spiega il sindaco dell’Isola del Giglio Sergio Ortelli “non sono originari dell’isola «E continueremo a catturarne, sono una specie aliena considerata invasiva e dannosa per la biodiversità dell’isola: l’obiettivo è levarli non ucciderli, anche se l’uccisione, come accade per i cinghiali o altre specie, può essere uno strumento in più per raggiungere l’obiettivo». (Corriere Fiorentino)

Non ultimi quelli organizzati in collaborazione con diverse realtà di pubblico servizio dell’isola (pronto soccorso, polizia locale), mentre di recente in collaborazione con Dart Race sono stati avviati anche i corsi di guida motociclistica. (Sardegna Reporter)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr