La Trattativa, Berlusconi, Mannino: il valzer di Brusca

Live Sicilia INTERNO

Quando nel 2012 disse…. Che tipo di collaboratore è stato Brusca?

La trattativa Stato-mafia. Qual è il tema su cui tanto Brusca aveva riflettuto?

Si ammetta per un istante – anche se le inchieste e i processi hanno finora stabilito il contrario – che sia vero ciò che ha detto Brusca su Mannino, Berlusconi e gli altri politici che ha tirato in ballo nel suo tortuoso percorso dichiarativo

Brusca è il solo testimone chiave del processo, dopo che Massimo Ciancimino ha perso ogni credibilità. (Live Sicilia)

Se ne è parlato anche su altri giornali

L’ordine di scarcerazione di Giovanni Brusca che anticipa la sua liberazione. . Le prime due auto vengono accolte davanti alla questura da un tripudio di clacson e sirene. E da qui scende ammanettato Giovanni Brusca. (L'Espresso)

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. (Antimafia Duemila)

E ciò induce ulteriore violenza", motivando l'accusa, per gli imputati, di minaccia e violenza a Corpo politico dello Stato. Infine - il 14 e il 20 luglio - è in programma l'arringa del collegio difensivo di Marcello Dell'Utri (Rai News)

AGGIORNAMENTO – Al termine della requisitoria la Procura generale di Palermo ha chiesto alla corte d’assise d’appello di confermare le condanne inflitte in primo grado a boss, ex carabinieri e politici imputati di minaccia a Corpo politico dello Stato al processo sulla cosiddetta trattativa Stato-mafia. (Livesicilia.it)

All’udienza era presente il boss pentito Giovanni Brusca, che ha partecipato da uomo libero dopo la recente scarcerazione per fine pena Inizia con queste parole la requisitoria con cui il sostituto procuratore generale di Palermo, Sergio Barbiera, ha chiesto la conferma di tutte le condanne di primo grado relative al processo sulla trattativa Stato-Mafia. (LA NOTIZIA)

Al dibattimento era imputato anche Massimo Ciancimino, figlio dell’ex sindaco mafioso Vito Ciancimino. All’udienza di oggi del procedimento d’appello sul patto che pezzi dello Stato avrebbero stretto con Cosa nostra negli anni delle stragi mafiose dovrebbe concludersi la requisitoria dei procuratori generali Giuseppe Fici e Sergio Barbiera. (Grandangolo Agrigento)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr