Serie A, l'ora delle riforme: oggi l'assemblea per discutere del nuovo format a 18 squadre

Serie A, l'ora delle riforme: oggi l'assemblea per discutere del nuovo format a 18 squadre
La Lazio Siamo Noi SPORT

L'idea è quella di tornare a disputare un campionato a 18 squadre

Sicuramente verranno analizzate tutte le criticità e si darà vita a una road map attraverso cui risolverle e sistemarle.

Le piccole dal canto loro chiedono garanzie, fra le quali quella del paracadute, visto che tornare nella massima serie sarà molto più complicato.

Le big spingono per un cambiamento e la riduzione del torneo a 18 squadre. (La Lazio Siamo Noi)

Su altri media

Giornata importante per la Serie A. Gli incontri termineranno oggi, poi l’azienda offrirà alle società un parere sulla riforma anche in termini economici e di fattibilità. (Calcio e Finanza)

Le Lega e i danni al sistema — La linea del buon senso è quella auspicata anche dalla Lega Serie A. La strada che si continuerà a battere è quella dell’informazione, ma c’è chi suggerisce che i no vax si assumano la responsabilità economica, oltre che morale, delle loro scelte. (La Gazzetta dello Sport)

Che paghino loro le terapie e i medici e rimborsino i club che per la loro scelta sono stati danneggiati! Come il professor Gianni Nanni, responsabile sanitario del Bologna, club che ha ancora 3 giocatori indecisi sul vaccino, scrive la rosea. (IlNapolista)

Ora è allarme no-vax. Gazzetta dello Sport: "Serie A, non vaccinato il 10%"

Convocata oggi l’assemblea di, a cui saranno presenti i presidenti del massimo campionato italiano. Un cambiamento radicale, che influirebbe sull’andamento del campionato, ma anche sulla preparazione al torneo. (ilBianconero)

Se non c’è il coraggio di farlo le varianti aumenteranno e avranno effetti sui contagi e sui morti La strada che si continuerà a battere è quella dell’informazione, ma c’è chi suggerisce che i no vax si assumano la responsabilità economica, oltre che morale, delle loro scelte. (Forza Parma)

Ora è allarme no-vax. Come noto in Italia non esiste l’obbligo di vaccinazione se non per le categorie che operano in ambito sanitario. (TUTTO mercato WEB)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr