Volley, morto Michele Pasinato: addio al campione del mondo e d'Europa

Quotidiano.net SPORT

In carriera ha vestito anche le maglie di Roma e Montichiari.

Il messaggio della Federvolley. "Un bruttissima notizia scuote l'intero mondo del volley, a soli 51 anni l'ex campione azzurro Michele Pasinato ci ha lasciato - si legge nella nota diffusa dalla Federvolley - Da parte del presidente Giuseppe Manfredi, dei vicepresidenti Adriano Bilato e Luciano Cecchi, del segretario generale Alberto Rabiti, del Consiglio Federale e dell'intera Federazione Italiana Pallavolo giungano alla famiglia di Michele sentite condoglianze"

Il primatista della Serie A1 maschile per punti segnati (7.031 punti in 280 partite disputate, più di 300 in più del secondo) si è arreso dopo cinque mesi a una grave malattia. (Quotidiano.net)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Grave lutto per il mondo della pallavolo, non solo italiana. Uno score incredibile quello di Pasinato: in tutto ha realizzato 7.439 punti in 297 partite, meritandosi la sesta posizione nella speciale classifica generale (Virgilio Sport)

Niente rimpianti, invece, per “Paso” e per la “Generazione di Fenomeni” al mondiale che con lui in campo l’Italia vinse a Tokyo ’98, agli Europei che vinse due volte, alla World League che vinse sei volte! Né il più mediatico, né il più forte, né il titolarissimo. (ilmessaggero.it)

Inoltre Michele Pasinato ha fatto parte della squadra delle Olimpiadi di Barcellona nel 1992 Michele Pasinato è un campione di pallavolo molto noto e di successo. (Puglia 24 NEWS)

Pallavolo, addio a Michele Pasinato: leggenda e recordman in Italia

"Pasinato, insieme al nostro Dg Andrea Sartoretti e a Coach Giani è stato grande protagonista della straordinaria 'Generazione dei fenomeni'. Cosi' il presidente del CONI Giovanni Malagò ricorda su Twitter il campione di volley Michele Pasinato (Yahoo Notizie)

Draghi rimarca anche la necessità di accelerare sulla "riapertura di fiere ed eventi, su questo bisogna andare avanti svelti" Nella campagna vaccinale "ci sono Regioni più avanzate, ci sono molte diversità, insospettabili, questo dovrà influenzare le riaperture. (Yahoo Notizie)

Con Paso ne abbiamo passate tante, nel club e in nazionale, eravamo sempre in camera assieme. Smesso di giocare, ho apprezzato di lui la voglia di insegnare ai ragazzi, di essere prima educatore e poi allenatore». (ilgazzettino.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr