Prenotazione vaccini: utenti e medici di base imbufaliti

Prenotazione vaccini: utenti e medici di base imbufaliti
umbriaON SALUTE

Mi si perdoni questo intervento poco istituzionale per il ruolo che rivesto ma non è facile restare calmi»

Nel dettaglio si tratta di 5 mila caregiver o conviventi e 7 mila soggetti estremamente vulnerabili.

SPECIALE COVID – UMBRIAON. La rabbia dei medici di base. Che la giornata, al pari di altre precedenti, non sia filata affatto liscia, lo testimoniano diversi medici di medicina generale.

Lo rende noto la Regione: «Si sono verificati alcuni malfunzionamenti della piattaforma di prenotazione che sono stati risolti e già nella tarda serata è ripresa la prenotazione». (umbriaON)

Se ne è parlato anche su altre testate

Duemila lavoratori, «tra cui 400 medici, 774 infermieri e 670 volontari che hanno garantito e garantiranno 36mila vaccinazioni per completare la campagna over 80 in Lombardia». Immaginando, però, a questo punto della campagna vaccinale di poter fare 144mila somministrazioni al giorno, si potrà anticipare la conclusione delle prime dosi al 18 maggio (Corriere della Sera)

In una nota i medici chiedono "le motivazioni dell'inspiegabile ritardo da parte dei distretti nella distribuzione dei vaccini ai Mmg" declinando "ogni responsabilità per le conseguenze che tale ritardo potrebbe comportare, nel senso di un pregiudizio della prevenzione dell'infezione da Covid nei propri pazienti". (BariToday)

Vaccinazioni a Pasquetta, medici di famiglia in campo In maniera volontaria alcuni professionisti nel centro di via Minghetti e per le dosi a domicilio. Così il dottore Vincenzo Luciani impegnato da stamani presso il centro vaccinale (Ottopagine)

Parte oggi la vaccinazione domiciliare con i medici di medicina generale

Presente anche il responsabile di Medici Insubria Emanuele Monti. – Determinante per l’hub di Saronno e più in generale per la campagna vaccinale la disponibilità dei medici di famiglia che su turni da 6 ore somministreranno i vaccini. (ilSaronno)

Ecco le modalità di somministrazione. Firmato il protocollo d’intesa tra Asp e camici bianchi che avvia la campagna vaccinale tra i settantenni. Una volta ricevuta la comunicazione della disponibilità delle dosi da parte dell’Asp, sarà predisposto il calendario delle sedute vaccinali a cura dei Mmg e Mca, sia per la prima che per la seconda somministrazione (Il Vibonese)

Servizio per tutti gli allettati. Per gli altri circa 6.700 pazienti allettati censiti da ATS Bergamo saranno attivati gli erogatori sociosanitari, attraverso una manifestazione di interesse che si chiuderà l’11 aprile cui farà seguito la fase operativa già la prossima settimana (Prima Treviglio)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr