In lode di Bono Vox e John Elkann: se questo è un giornale

In lode di Bono Vox e John Elkann: se questo è un giornale
L'AntiDiplomatico ECONOMIA

Il giardino pensile non può far certo dimenticare le tangenti ai sindacati negli Stati Uniti, le mascherine difettose prodotte a Pratola Serra.

Come attrazione per presentarsi come neo-ecologista, Elkann ha invitato Bon Vox che adesso ha trovato una nuova causa, o meglio dire un nuovo business, la distribuzione dei vaccini.

Così Repubblica, proprietà Elkann-Agnelli, pubblica un articolo che fa impallidire il servilismo di Emilio Fede ai bei tempi del Tg4 in lode di Silvio Berlusconi (L'AntiDiplomatico)

Se ne è parlato anche su altri media

Bono Vox canta per la 500 "solidale". Le parole, anche se non in musica, sono di Bono Vox, e suonano come una anteprima musicale quando escono dagli altoparlanti montati sul tetto del rinnovato Lingotto. (Auto.it)

La Nuova 500 RED elettrica, già ordinabile esclusivamente in Europa, è la prima auto, ambasciatrice del messaggio condiviso "protect the planet and people" nel mondo. Il pickup Ram 1500 Limited RED 2022, basato sul modello Ram 1500 Limited Night, sarà lanciato a fine 2021 (Adnkronos)

Il giardino pensile è dotato di zone relax e anche di una pista per correre Per l’occasione - come scrive Lapo su Twitter - il Gruppo automobilistico ha aderito al progetto RED di Bono Vox per la lotta all’Aids e alla pandemia. (Tuttosport)

Fiat 500 Red elettrica, il lancio al Lingotto con Bono Vox. La svolta solidale di Stellantis

La rockstar è l'ospite d'onore della giornata e la vettura rossa, la 500 RED full electric è il primo frutto della collaborazione con Red, la fondazione benefica di cui Bono è cofondatore con Bobby Shriver. (La Stampa)

di Redazione Motori. Al Lingotto di Torino sono state inaugurate Casa 500, La Pista 500 (che in realtà è un giardino da record) e ha debuttato la Nuova (500)RED. Casa 500 non è solo un classico museo dell’auto, ma racconta la cultura e la storia dell’Italia e di Torino, attraverso tre generazioni di un’auto. (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr