La gigafactory di Italvolt va nell'area Olivetti di Ivrea - MilanoFinanza.it

La gigafactory di Italvolt va nell'area Olivetti di Ivrea - MilanoFinanza.it
Milano Finanza ECONOMIA

Il Piemonte, con Fiat, è la regione dell’automotive.

E dunque solo qua poteva sorgere la nuova gigafactory per la produzione di batterie a ioni di litio per veicoli elettrici.

Il progetto di Italvolt, società fondata e guidata da Lars Carlstrom, prenderà forma nel comune di Carmagno (Ivrea): sorgerà.;

(Milano Finanza)

Su altri giornali

Italvolt ha scelto l’area di Scarmagno per l’impianto da 4 miliardi che porterà oltre 10mila posti di lavoro. La scelta di Italvolt è caduta su Scarmagno, alle porte di Ivrea. «La solida tradizione industriale piemontese unita al “know how” tecnologico specializzato nell’industria automobilistica», a detta dello stesso Carlstrom. (Cronaca Qui)

La Gigafactory di Italvolt si estenderà per una superficie di 300.000 metri quadrati, ed avrà una capacità iniziale di 45 GWh, che potrà però aumentare fino a 70 GWh. Si stima che possa occupare fino a 4.000 lavoratori, oltre a generare fino a 15. (DMove.it)

Nell’area ex Olivetti di Scarmagno in Piemonte, Italvolt realizzerà la prima Gigafactory, un impianto di produzione e stoccaggio di batterie a ioni di litio per vetture elettriche. Quello inclusivo e accogliente, che abbiamo visto realizzato anche su altri progetti come MTCC e la Città dell’Aerospazio. (Verbanonews.it)

SCARMAGNO - 4000 posti di lavoro all'ex Olivetti: plauso di Confindustria Canavese

«Su questa storia di Scarmagno – sottolinea Bolognesi – tutta Torino si dovrebbe mobilitare e non continuare a dormire o a guardarsi l’ombelico». Nei giorni scorsi ho avuto occasione di dire a Lars Carlstrom, il CEO e fondatore di Italvolt, che a Scarmagno troverà cultura d’impresa, competenza e serietà (Prima il Canavese)

Nei piani dell’amministratore delegato, l’imprenditore svedese Lars Carlstrom, l’impianto dovrebbe essere pronto entro la primavera del 2024. Un’operazione che permetterebbe di riportare in vita un sito che ha un profondo valore storico e simbolico per il Canavese. (La Stampa)

Patrizia Paglia, Presidente di Confindustria Canavese, aggiunge: «Abbiamo appreso con grande piacere la notizia dell’insediamento della fabbrica di batterie Italvolt nell’area di Scarmagno. Sarà molto interessante, quando sarà noto il business plan, analizzare le metodologie adottate per un impianto di batterie a ioni di litio, che sarebbe una novità assoluta in Italia. (QC QuotidianoCanavese)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr