Pompei, dagli scavi spunta il "monolocale" della piccola borghesia: dalla cassapanca il racconto di chi ha provato a fuggire

Pompei, dagli scavi spunta il monolocale della piccola borghesia: dalla cassapanca il racconto di chi ha provato a fuggire
Il Fatto Quotidiano INTERNO

In una stanza un armadio rimasto chiuso per duemila anni con tutto il suo corredo di stoviglie , piattini di vetro, ciotole di ceramica, vasi.

A Pompei si scava nel retro del “giardino incantato”, lo stupefacente spazio dipinto con il grande larario che fu riportato alla luce nel 2018, e a sorpresa, dove ci si aspettava una casa importante e fastosa, vengono fuori ambienti modesti ma pieni di dignità, dove non mancano oggetti raffinati e persino un fascio di documenti che il calco in gesso ha fatto incredibilmente riapparire. (Il Fatto Quotidiano)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Si tratta di un ambiente adibito al culto, che presentava su una parete una nicchia sacra ai "Lari", numi tutelari della casa e al di sotto due grandi serpenti "agatodemoni" (demone buono), simbolo di prosperità e buon auspicio. (Tiscali Notizie)

E a sorpresa, là dove ci si aspettava una casa importante e fastosa, vengono fuori ambienti modesti ma pieni di dignità, dove non mancano oggetti raffinati e persino un fascio di documenti che il calco in gesso ha fatto incredibilmente riapparire. (Napoli Magazine)

A Pompei ritrovata la casa "del ceto medio", Franceschini: Sito archeologico non finisce di stupire 06 agosto 2022. (Agenzia Vista) Roma, 06 agosto 2022. "Pompei davvero non finisce di stupire ed è una storia di riscatto, quando si investe nei giovani e nella ricerca si raggiungono risultati straordinari", le parole del ministro Franceschini sugli ultimi ritrovamenti a Pompei, una casa appartenente al ceto medio. (Il Sole 24 ORE)

Nuove scoperte a Pompei: emergono armadi, bauli e stoviglie

La vita immobile di Pompei che riaffiora alla luce: ultimi istanti di vita fotografati negli arredi sconquassati dall'eruzione del 79 d. In quest'area, con accesso dal vicolo di Lucrezio Frontone, nel 2018 emerse un lussuoso larario riccamente decorato. (Il Vescovado Costa di Amalfi)

Non mancano i servizi però, una cucina e una latrina, quasi come quelle che si trovano nelle abitazioni più importanti. Il Grande Progetto. Siamo nella Regio V, in quel cuneo di terreno nel quale sono stati fatti negli anni passati gli scavi del Grande Progetto , resi necessari dalla messa in sicurezza del sito patrimonio dell’Umanità. (QUOTIDIANO NAZIONALE)

Nuove scoperte a Pompei: emergono armadi, bauli e stoviglie. Franceschini: "Davvero non finisce di stupire". Roma, 6 ago. Accanto, un tavolino circolare a tre piedi con sopra ancora una coppa in ceramica contenente due ampolline in vetro, un piattino in sigillata ed un altro piattino in vetro. (Agenzia askanews)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr