Emmanuel Macron, l'aggressore condannato a 18 mesi di carcere: "Volevo lanciargli un uovo o una torta alla crema"

Emmanuel Macron, l'aggressore condannato a 18 mesi di carcere: Volevo lanciargli un uovo o una torta alla crema
Più informazioni:
Liberoquotidiano.it ESTERI

10 giugno 2021 a. a. a. E' stato condannato a 18 mesi di carcere Damien Tarel, l'uomo che ha schiaffeggiato il presidente francese Emmanuel Macron durante una manifestazione.

E non solo, ha rivelato anche che, giorni prima, aveva pensato di "lanciare un uovo o una torta alla crema" contro il presidente

Secondo la tv francese Bfm , Tarel avrebbe detto ai giudici di pensare che Macron "rappresenti molto chiaramente la decadenza del nostro paese". (Liberoquotidiano.it)

Su altri giornali

“Non facciamo dire a questo gesto imbecille e violento (lo schiaffo) più di quanto non si debba dire”, ha avvertito, aggiungendo che bisogna “relativizzare”, pur “non banalizzando nulla”: “Ricevere uno schiaffo quando vai verso una folla non è grave”, ha dichiarato Macron, secondo cui “la vera violenza, non è questa” (Ticinonews.ch)

Il leader di Parigi sostiene che è il momento di “trarre le lezioni di quello che ha o non ha funzionato” “Il nostro impegno non sarà più a quadro costante”, ha annunciato Emmanuel Macron alla vigilia del G7 in Cornovaglia e del summit della Nato a Bruxelles. (La Repubblica)

Avvicinatosi ad alcune persone è stato preso per mano da Tarel e poi schiaffeggiato in pieno viso Ha poi detto di aver pensato giorni prima di lanciare un uovo contro il presidente, ma di aver poi desistito. (Fanpage.it)

Schiaffo a Macron: 4 mesi di carcere all'aggressore. «Volevo lanciargli un uovo o una torta alla crema»

La scena ha fatto anche l’apertura del giornale della CNN: Emmanuel Macron si fa schiaffeggiare da un giovane mentre, in maniche di camicia, dopo una visita in un istituto alberghiero della Drôme, sud-est della Francia, va a salutare un gruppo di persone raccolte dietro alle transenne. (Il Fatto Quotidiano)

TG di martedì 08.06.2021. Intanto il presidente è tornato a minimizzare l'episodio, ritenendo che il paese non è in una situazione di tensione come durante la crisi dei gilet gialli quanto piuttosto in un clima di ottimismo, anche per le progressive riaperture, in seguito ad un anno di restrizioni legate al coronavirus. (RSI.ch Informazione)

Ha ammesso che lo schiaffo è stato «piuttosto violento». Solidarité avec le président de la République giflé aux cris de « Montjoie Saint-Denis », slogan de l’extrême-droite royaliste (ilmessaggero.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr