11 settembre 2001, 20 anni fa - Il Sole 24 ORE

Il Sole 24 ORE ESTERI

Ripercorriamo insieme cosa è successo in questi 20 anni

L'attacco al World Trade Center di New York fu un bivio fondamentale per la storia: lo shock del mondo occidentale, la diffusione della rete globale del terrorismo e la guerra al terrore degli Usa cambiarono per sempre le nostre vite.

(Il Sole 24 ORE)

Su altri media

Chiunque oggi, dai 30 anni in su, ricorda esattamente cosa stava facendo nel pomeriggio dell’ 11 settembre 2001 . Ma non c’è tempo: circa quattro minuti dopo il volo 175 colpisce la Torre Sud fra il 77esimo e l’85esimo piano, a una velocità di 950 chilometri orari. (L'Occhio)

Michele!’ Vidi la gente morire: non appena la ‘giacca nera’ di fumo sulla Torre Nord si diradò, cominciai a vedere lapilli incandescenti cadere giù. Sarebbe stata una ‘normale’ ricorrenza di quel giorno tragico, anche se di normale non potrà mai avere nulla. (Attualità)

Non è ancora certo quale fosse l’obiettivo dei dirottatori, si pensa volessero dirigersi verso Washington DC, per colpire il Campidoglio o la Casa Bianca. Durante il dirottamento c’è un’eroica rivolta dei passeggeri, molti di loro riescono anche a chiamare coi loro cellulari a casa (Corriere della Sera)

Il film contrappone l’estrema umanità alla follia della tragedia cercando di dare un messaggio positivo in risposta alla devastazione. 11 settembre: Senza scampo (2017). (L'Occhio)

La ricorrenza del ventennale dall’attentato alle Torri gemelle viene ricordata da Rai Uno con un documentario sabato 11 settembre. A commentare gli eventi di questi 20 anni, il direttore di Rai Documentari, Duilio Giammaria, in studio con gli ospiti di Monica Maggioni. (Famiglia Cristiana)

L’essere umano ha sempre usato le immagini per raccontare la storia e le storie, adoperando stili narrativi e simbolismi in grado di fare presa sulla massa. Falling man (immagine in copertina) di Richard Draw, 2001, ritrae un uomo che cade da una delle Twin Towers. (Eco Internazionale)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr