Coldiretti: Inaccettabile che Ue finanzi la carne in provetta di Di Caprio

TgVerona ECONOMIA

Il finanziamento è stato concesso alla Nutreco e alla Mosa Meat su cui ha investito anche il famoso attore americano Leonardo di Caprio.

È inaccettabile che l’Unione europea finanzi con risorse pubbliche il business privato della carne in provetta dietro il quale si nascondono rilevanti interessi economici e speculazioni internazionali dirette a sconvolgere il sistema agroalimentare mondiale.

E’ quanto denuncia la Coldiretti da Tuttofood, la World Food Exibition di Milano, in riferimento allo stanziamento di 2 milioni di euro concesso a due aziende olandesi impegnate nella produzione di “carne” in laboratorio da cellule in vitro. (TgVerona)

Ne parlano anche altri giornali

"Non si tratta peraltro dell’unico episodio di personaggio pubblico - ricorda Coldiretti - che cerca di fare business con la carne finta come dimostra il caso del magnate Bill Gates. (Rai News)

Uno schiaffo alla filiera della. DiCaprio non è certo il primo personaggio pubblico attratto dal business della carne sintetica: ricordiamo, su tutti il magnate Bill Gates. Soldi pubblici destinati all’emergenza economica ingenerata dalle restrizioni Covid, utilizzati per finanziare aziende private che producono carne in vitro. (Il Primato Nazionale)

Il finanziamento, per Coldiretti, è inaccettabile perché dietro al business privato si nascondono rilevanti interessi economici e speculazioni internazionali dirette a sconvolgere il sistema agroalimentare mondiale . (Imola Oggi)

È quanto denuncia la Coldiretti da Tuttofood, la World Food Exibition di Milano, in riferimento allo stanziamento di 2 milioni di euro a due aziende olandesi impegnate nella produzione di “carne” in laboratorio da cellule in vitro. (La Gazzetta di Mantova)

Un caso che si ripete. Non si tratta peraltro dell’unico episodio di personaggio pubblico che cerca di fare businees con la "carne in provetta" come dimostra il caso del magnate Bill Gates (SondrioToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr