Tutti i comici di Gabriele Salvatores in 'Comedians'

Tutti i comici di Gabriele Salvatores in 'Comedians'
Video - La Stampa CULTURA E SPETTACOLO

Servizio di Nicola Roumeliotis

Tratto dal testo di culto dell'inglese Trevor Griffiths, più volte portato sui palcoscenici di tutto il mondo, e dallo stesso Salvatores usato come canovaccio per il suo film "Kamikazen", "Comedians" brilla di una luce solitaria nel panorama cinematografico italiano.

Christian De Sica, Natalino Balasso, Ale e Frantz, Marco Bonadei, Walter Leonard e l'elfesco Giulio Pranno sono tutti magnifici. (Video - La Stampa)

Su altre fonti

IL PERCHÉ DI COMEDIANS SPIEGATO DA SALVATORES. “C’è un curioso e, in qualche modo, fortunato rapporto tra me e il testo di Griffiths, Comedians Comedians è un testo scritto a fine anni ’70 e che riversa in ogni parola disincanto, scontento, voglia di qualcosa di migliore. (Artribune)

Due modi di intendere la comicità sono al centro del nuovo adattamento di Gabriele Salvatores della pièce degli anni '70 Comedians di Trevor Griffiths, già portata in scena da lui a teatro negli anni '80. (ComingSoon.it)

Perché non è soltanto una riflessione sul senso stesso della comicità nel nostro tempo, ma è anche uno specchio rivelatore del lato oscuro di ognuno di noi. Sembra chiedere Salvatores ma la risposta è lì sotto gli occhi di tutti, in quei personaggi pronti a tradire e a tradirsi l’un l’altro: “Comedians” siamo tutti (Tiscali.it)

Comedians, la recensione: sei aspiranti comici in cerca della libertà

Adesso, nel 2021, cade nell’errore in cui non cadde anni fa: sceglie di girare un film come fosse un’opera teatrale, ritagliandosi variazioni e dettagli di stile possibili solo al cinema nei punti meno utili, trovando lo specifico filmico lì dove non cambia nulla. (BadTaste.it)

Comedians, speciale Hot Corn Weekly. Qui l’intervista a Gabriele Salvatores: Perché, dietro al titolo, Comedians è tutto fuorché un film comico. (The Hot Corn Italy)

Nella nostra recensione di Comedians abbiamo parlato di molte cose, ma è bene spiegare anche qualche altro dettaglio tecnico, come la colonna sonora – quasi assente nel film perché a vincere su tutto sono i silenzi e le parole, a parte all’inizio e alla fine della pellicola. (Lega Nerd)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr