Vaccinazione anti Covid19 nel mondo della scuola, “Confusione e nessuna informazione univoca sulle procedure”

Vaccinazione anti Covid19 nel mondo della scuola, “Confusione e nessuna informazione univoca sulle procedure”
BlogSicilia.it INTERNO

Sulla stessa lunghezza d’onda Loredana Lo Re, coordinatrice regionale Federazione Gilda-Unams Sicilia, in seguito alle notizie su un form di pre-adesione per la vaccinazione del personale della scuola poi bloccato.

“Incertezza e confusione – prosegue Lo Re – in periodo di pandemia sono ancora più dannosi, per questo chiediamo informazioni chiare

Chiediamo un’informazione chiara e univoca sulle procedure per le vaccinazione”. (BlogSicilia.it)

Su altre testate

Dei 547 positivi - ha fatto sapere sempre l'azienda sanitaria - 20 sono del nido, 76 della scuola dell’infanzia, 149 della scuola primaria, 118 della secondaria di primo grado e 184 di quella di secondo grado. (MilanoToday.it)

I dirigenti scolastici hanno ricevuto dall’Ufficio scolastico regionale la nuova comunicazione che integra le regole con le indicazioni ricevute dal Ministero dell’istruzione. Ogni istituto, invece, ha l’obbligo di mettere a disposizione del personale i modelli cartacei che dovranno compilare gli interessati. (Il Piccolo)

"Vogliono che la scuola riapra per riavere indietro le loro babysitter" hanno detto alcuni docenti durante un consiglio scolastico sul web. I membri del consiglio di contea intervengono temporaneamente per colmare il vuoto in attesa delle sostituzioni ai ruoli (Fanpage.it)

Effetti collaterali dopo il vaccino: 200 insegnanti danno forfait

– Il vaccino anti-Covid svuota le cattedre e fa saltare le lezioni. Il problema è emerso 24 ore dopo la due giorni organizzata dall’Usl per la somministrazione del siero AstraZeneca a 5.570 insegnanti. (Imola Oggi)

Le varianti hanno cambiato il punto di vista degli scienziati sulla diffusione del virus all’interno delle scuole. Scuola, la “mossa epocale” di Bianchi per il ritorno in classe. (Oggi Scuola)

Il vaccino anti-Covid svuota le cattedre e fa saltare le lezioni. Sono oltre 200 gli insegnanti che ieri mattina non si sono presentati a scuola a causa degli effetti collaterali emersi dopo la prima iniezione: mal di testa, dolori articolari e febbre anche fino a 39. (Il Gazzettino)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr