Siti di giornali di tutto il mondo sotto attacco hacker globale?

Siti di giornali di tutto il mondo sotto attacco hacker globale?
Benzinga Italia ECONOMIA

Il sospetto è che all’origine del disservizio ci sia un attacco hacker, anche se al momento non sono comparse rivendicazioni sul web.

Altri siti come Vimeo, Reddit, Twitch, Kickstarter, Amazon e il sito del governo britannico hanno subito la stessa sorte…. Continua la lettura. Il presente articolo è stato redatto da FinanciaLounge.com

GIÙ I SITI D’INFORMAZIONE. Ad essere colpite dai disservizi sono state molte importanti testate d’informazione note a livello internazionale. (Benzinga Italia)

Su altre fonti

Guardian, Financial Times, New York Times e altri siti di informazione globali sono andati in crash, l’ipotesi è quella di un attacco hacker che ha paralizzato il servizio cloud americano Fastly. New York Times, The Guardian, Financial Times e altri siti d’informazione sono rimasti offline per alcune ore intorno alle 12 di oggi. (Investing.com)

A farne le spese siti internazionali di tutto rispetto a partire dal New York Times, il Financial Times, lo Spectator e il Guardian, ma anche siti media come CNN Spectator. I principali portali legati ai informazioni, servizio pubblico e media sono andati down a causa degli attacchi informatici. (Gametimers)

Le pagine di molti siti internazionali hanno riportato genericamente un ‘Error 503 Service Unavailable’. “Stiamo continuando ad indagare la questione”, si legge ancora sul sito del provider, che peraltro non ha mai smesso di funzionare. (ErreEmme News)

FASTLY E AMAZON DOWN: SITI DA CNN, REDDIT E NYT KO/ No attacco hacker: problemi 'Cdn'

Non è ancora chiara l’intensità dell’attacco, ma risultano compromesse molte pagine famose, social media e siti governativi». (facta.news)

La pagina del Guardian, ad esempio, restituiva l'unica frase "Connection failure", quelle del New York Times e del Financial Times "Fastly error: unknown domain: nyt. Le principali CDN sono Akamai, Cloud Front e Fastly, assieme alle CDN di Google e Microsoft (La Repubblica)

Tra le “vittime” anche PayPal, oltre ad Amazon, Guardian, New York Times, Cnn, Reddit e Twitch, giusto per citarne qualcuna. Tantissimi siti web importanti sono finiti offline. (Il Sussidiario.net)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr