Peste suina, non contagia l'uomo ma è allarme: ecco perché

Peste suina, non contagia l'uomo ma è allarme: ecco perché
METEO.IT INTERNO

La peste suina africana colpisce soprattutto suini e cinghiali e ha un grande potenziale di diffusione.

Peste suina: cos'è?

Foto di JamesDeMers da Pixabay. Allarme peste suina africana.

Che cos'è la peste suina africana?

La storia della peste suina e la sua presenza in Italia. Cosa si sa della peste suina?

(METEO.IT)

Su altri giornali

La vigilanza sull’applicazione delle misure è assicurata dai Servizi veterinari delle Aziende sanitarie locali territorialmente competenti in collaborazione con le Forze dell’ordine” E’ tuttavia ammessa la caccia di selezione al cinghiale come strumento per ridurre la popolazione in eccesso e rafforzare la rete di monitoraggio sulla presenza del virus qualora autorizzata dai servizi regionali competenti. (Blitz quotidiano)

Sono escluse dal divieto le attività connesse alla salute, alla cura degli animali detenuti e selvatici nonché alla salute e cura delle piante, comprese le attività selvicolturali. (Cronache Ponentine)

L'ordinanza nel dettaglio. "I servizi regionali competenti - prosegue il documento - su richiesta degli interessati, possono autorizzare, su motivata e documentata richiesta, lo svolgimento delle attività vietate, sulla base della valutazione del rischio da parte del CEREP" (Sky Tg24 )

Psa, il ministero chiede la collaborazione dei cacciatori. Ordinanza per vietare la caccia nelle zone infette

La durata prevista è di sei mesi. "Sono escluse - si legge nell'ordinanza - le attività connesse alla salute, alla cura degli animali detenuti e selvatici nonché alla salute e cura delle piante, comprese le attività selvicolturali". (SanremoNews.it)

Dall’ordinanza sono inoltre escluse “le attività connesse alla salute, alla cura degli animali detenuti e selvatici nonché alla salute e cura delle piante, comprese le attività selvicolturali”. (Bizjournal.it - Liguria)

smaltimento dei visceri, contaminazione ambientale, limitazione dell’uso dei cani), per il quale sarebbe opportuno intraprendere specifici percorsi formativi e informativi“. A rischio, stando alle stime di Cia-Agricoltori italiani, sarebbero 1,7 miliardi di euro di esportazioni riguardanti carni e salumi di suino Made in Italy, comparto che nel 2021 aveva fatto segnare un aumento del 12,2% rispetto all’anno precedente. (Armi e Tiro)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr