Cina, il post contro l’India: «Voi il fuoco delle pire per il Covid, noi quello del razzo verso lo spazio»

Cina, il post contro l’India: «Voi il fuoco delle pire per il Covid, noi quello del razzo verso lo spazio»
Corriere della Sera ESTERI

Ma neanche la battaglia comune contro il coronavirus ha spento il desiderio di rivalsa ultranazionalista della Commissione affari legali del Partito comunista cinese.

Oltretutto, il giorno precedente Xi Jinping aveva mandato un messaggio di condoglianze a New Delhi.

Un bel gesto di solidarietà di Pechino, che pure ha combattuto due guerre di confine con New Delhi.

Ancora l’estate scorsa le avanguardie dei due Paesi si sono scontrate in una battaglia feroce e sanguinosa sulle vette himalayane

Testo del post: «Come si accende il fuoco in Cina e come si accende in India». (Corriere della Sera)

Se ne è parlato anche su altri media

Venerdì scorso, il presidente cinese, Xi Jinping, ha inviato un messaggio di condoglianze al primo ministro indiano, Narendra Modi, per la tragedia del Covid-19 nel Paese, offrendo l'aiuto della Cina contro la pandemia "La Cina che accende un fuoco si confronta con l'India che accende un fuoco", era il commento alle immagini. (IL GIORNO)

Il post è stato cancellato, ma sono stati ripubblicati gli screenshot che mostrano due foto messe a confronto, quella del lancio di un missile in Cina e quella della cremazione di vittime del Covid in India, una accanto all’altra, accompagnate dal commento: “Accendere un fuoco in Cina e accendere un fuoco in India”. (Ticinonews.ch)

Anche se poi il post è stato cancellato, sono diventati virali gli screenshot. Da un post cinese contro l'India è scoppiata sui social e non solo la polemica. (Tuttosport)

Polemiche per un post cinese sulla crisi COVID in India

Più vicino a casa, ciò che sta accadendo nel Mar di Levante è un buon esempio dell’attuale rivoluzione nel gas naturale. China National Offshore Oil Corporation (Cnooc) è il braccio del Partito comunista cinese responsabile della cooperazione con grandi compagnie internazionali e dell’acquisto di concessioni all’estero. (Il Sussidiario.net)

Il post e l'hashtag relativi all'incidente sono stati in seguito rimossi, un segnale che probabilmente il messaggio non è piaciuto neppure alle alte sfere. «Non penso sia appropriato per gli account di social media di certe istituzioni o di altre forze influenti deridere l'India, al momento». (ilGiornale.it)

Il post è stato cancellato, ma sono stati ripubblicati gli screenshot che mostrano due foto messe a confronto, quella del lancio di un missile in Cina e quella della cremazione di vittime del COVID in India, una accanto all’altra, accompagnate dal commento: «Accendere un fuoco in Cina e accendere un fuoco in India». (Corriere del Ticino)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr