Covid, Cina esaminerà campioni sangue del 2019 a Wuhan

Covid, Cina esaminerà campioni sangue del 2019 a Wuhan
Sky Tg24 ESTERI

I campioni di sangue sono conservati nel centro ematologico di Wuhan per due anni, quindi quello relativo a ottobre-novembre 2019 è vicino alla scadenza. La Cina si appresta a esaminare fino a 200 mila campioni di sangue prelevati nella città di Wuhan prima che l'epidemia di Covid 19 esplodesse, quindi fino agli ultimi mesi del 2019, per contribuire a fare luce su come e quando il Coronavirus (LIVEBLOG) responsabile sia passato dall'animale all'uomo. (Sky Tg24 )

Se ne è parlato anche su altri media

"Nessuno crederà ai risultati forniti dalla Cina a meno che non ci siano almeno osservatori qualificati", ha commentato Maureen Miller, professoressa di epidemiologia della Columbia University E stando al funzionario citato dalla Cnn, sono in corso i preparativi per esaminare i campioni e i test inizieranno alla scadenza dei due anni. (La Sicilia)

Secondo i funzionari cinesi, i campioni della banca del sangue che si ritiene riguardino il 2019 sono stati conservati per 2 anni nel caso servissero prove in possibili azioni legali relative alle donazioni. (Today)

La Cina fa un passo verso le richieste dell’Organizzazione mondiale della sanità e si avvia a esaminare fino a 200mila campioni di sangue prelevati nella città di Wuhan prima che il focolaio di Covid-19 esplodesse nel capoluogo dell’Hubei a fine 2019, trasformandosi poi in una drammatica pandemia globale. (laRegione)

Covid: Cnn, Cina esaminerà migliaia di campioni di sangue raccolti a Wuhan

I campioni contengono “indizi assolutamente vitali”, ha commento Maureen Miller, professore associato di epidemiologia alla Columbia University, sollecitando la Cina a consentire agli esperti stranieri di osservare il processo. (Ticinonews.ch)

La Cina si appresta a esaminare fino a 200mila campioni di sangue prelevati nella città di Wuhan prima dell’esplosione della pandemia. L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha individuato nel febbraio di quest’anno l’archivio di campioni sanguigni risalenti al 2019 e conservati nel Wuhan Blood Center. (LumsaNews)

e indagini sull'origine del coronavirus, che per quasi due anni ha paralizzato il mondo intero, non si fermano. I campioni in questione vengono archiviati per due anni nel caso si rendano necessari dei controlli relativi alle donazioni di sangue, da cui provengono. (Ticinonline)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr