Perquisita la casa del 28enne organizzatore dei cortei "no pass" di Milano. Di cosa è accusato

Perquisita la casa del 28enne organizzatore dei cortei no pass di Milano. Di cosa è accusato
Altri dettagli:
Tiscali Notizie INTERNO

Da allora non ha partecipato agli appuntamenti pubblici ma ha continuato a organizzare e incitare alla ribellione al green pass dalla sua postazione internet.

Il giovane era già stato raggiunto lo scorso settembre da un Daspo urbano, emesso dal questore di Milano Giuseppe Petronzi, per aver preso parte a manifestazioni non autorizzate e iniziative "No Green Pass".

Movimento italiano" e del gruppo Facebook "No Green Pass Adesso Basta!!

Inoltre, si legge ancora, l'uomo ha invitato sui social i no Green pass a "trovare metodi di protesta nuovi ed eclatanti" per avere "una nuova visibilità". (Tiscali Notizie)

Ne parlano anche altri giornali

La Polizia ha eseguito un decreto di perquisizione nei confronti di un 19enne milanese, indagato per istigazione a delinquere aggravato dal mezzo telematico. Lo scorso 20 novembre il diciannovenne ha lanciato sui social una mobilitazione nazionale per il prossimo sabato 27 novembre in piazza Duomo, sostenendo che vi avrebbe preso parte un milione di persone ed esortando i partecipanti a portare ed accendere torce da stadio. (Tuttosport)

Ed è stato quindi denunciato anche per ricettazione, con altre due persone destinatarie dei file contenenti i Green Pass e sottoposte a perquisizione e sequestro dei telefoni Fonte: RAI Televideo. Allora, fatemi capire, questo ragazzo sarebbe colpevole di istigazione a trasgredire una legge. (L'AntiDiplomatico)

L'ideatore delle manifestazioni no green pass ha anche distribuito circa mille certificati verdi via Telegram intestati ad altrettante persone. Per questo è stato denunciato anche per il reato di ricettazione con altre due persone, individuate tra i destinatari dei file contenenti i green pass (TG La7)

No green pass a Milano, perquisita l'abitazione dell'ideatore dei cortei: è un ragazzo di 28 anni

È accusato di essere uno degli agitatori principali della chat Telegram ‘No Green-pass! In realtà si chiama Gabriele Molgora, milanese di 19 anni, indagato per istigazione a delinquere aggravata dal mezzo telematico. (Il Riformista)

Il ragazzo è l’ideatore delle proteste contro il Green pass a Milano, visto che ha ideato e lanciato lui per primo il corteo da piazza Fontana il sabato pomeriggio. Secondo quanto riferito dalla questura di Milano, l’indagato ha ammesso di aver scaricato i Green pass dalla rete e di averli distribuiti gratuitamente a più utenti possibile (Open)

Movimento italiano" e del gruppo Facebook "No Green Pass Adesso Basta!! E ancora: tramite i social aveva anche distribuito mille green pass presi dal web (Fanpage.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr