Zio e nipote di 9 anni restano bloccati di notte a tremila metri: decine di uomini per soccorrerli

La Stampa INTERNO

Individuati intorno alle 3 dai soccorritori italiani - il cellulare dello zio aveva «agganciato» la rete francese - sono stati portati alle 7,30 al campo base di Acceglio dall'elisoccorso della Gendarmerie, mentre l'elicottero dei vigili del fuoco ha portato a valle i soccorritori italiani

E' stato il papà del ragazzino, non vedendoli tornare, a dare l'allarme ieri sera.

Infreddoliti, spaventati, ma illesi, sono stati riportati stamane (sabato 11 settembre), alle 7,30, al campo base di Chiappera da dove erano partiti. (La Stampa)

La notizia riportata su altre testate

Le squadre dei soccorritori sono partite sia dal versante francese con la gendarmerie, sia da quello italiano con la squadra Saf dei vigili del fuoco e il soccorso alpino. Nella discesa zio e nipote hanno per sbaglio imboccato il sentiero che scende sul versante francese. (Corriere della Sera)

Un bambino di 9 anni è rimasto bloccato in alta montagna insieme allo zio per tutta la notte. Le operazioni di recupero sono durate tutta la notte in attesa che l’elicottero francese e l'elicottero Drago dei vigili del fuoco potessero raggiungerli. (La Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr