Palermo, ai domiciliari una banda di usurai. Applicavano interessi fino al 140%

Palermo, ai domiciliari una banda di usurai. Applicavano interessi fino al 140%
Il Fatto Quotidiano INTERNO

La banda di usurai operava tra Palermo e Roma, dove Cillari aveva casa da dove teneva sotto tiro lo stesso Baldini.

Cillari, l’uomo che aveva contatti diretti con lo stesso Baldini, e che più volte con tono minaccioso gli aveva intimato di restituire il prestito, è finito in carcere.

– diceva ancora l’uomo – Manco una lira… Cazzo della miseria Marco… manco mille lire”, si lamentava, avvertendo il suo interlocutore: “Io qua a Roma sto”. (Il Fatto Quotidiano)

La notizia riportata su altre testate

Le intercettazioni nell'operazione della Guardia di Finanza. Gli indagati nell’operazione della guardia di finanza avevano dato i soldi a Marco Baldini nel 2017. “Marco vedi che io ti ho voluto bene e ti ho rispettato come un fratello Marco – dice Cillari – e tu non mi puoi trattare così”. (BlogSicilia.it)

Le minacce degli usurai a Marco Baldini. Tra le vittime c’era appunto il conduttore radiofonico Marco Baldini. Secondo le indagini uno di loro avrebbe detto: “Ti veniamo a rompere le corna”. (Blitz quotidiano)

Si chiama gioco d’azzardo il problema di Marco Baldini che gli ha condizionato la vita e soprattutto la carriera. L’ultima notizia lo vede vittima di uno spietato gruppo di strozzini palermitani, arrestati oggi in un’operazione della Finanza. (Corriere del Mezzogiorno)

Blitz anti usura delle Fiamme Gialle, tra vittime il conduttore Marco Baldini. Tassi al 140%

60) è stata invece applicata la misura del divieto di dimora nel territorio del Comune di Palermo. Nei confronti di Achille CUCCIA (cl. (Alqamah)

Ecco le intercettazioni “Tu come me li vuoi dare me li dai…l’importante è che tu mi porti 500 euro…perché…vedi che quello…se ti prende…non che ti fa male? (Il Fatto Quotidiano)

Per loro c'è la possibilità di accedere a importanti forme di sostegno economico grazie ai fondi previsti per le vittime di usura" L'applicazione di tassi di interesse che sarebbero arrivati fino al 140 per cento annuo, per ottenere i quali gli indagati hanno esercitato anche minacce nei confronti delle vittime. (Rai News)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr