Roberto Speranza, "su una pandemia non si fa": lo ha detto davvero, come si copre di ridicolo al Senato

Liberoquotidiano.it INTERNO

Già, la seconda ondata infuriava e quel libro era ciò che di più fuori luogo si potesse immaginare.

Perché in quello stesso libro, Speranza aveva scritto che il coronavirus era una grande opportunità di rinascita per una sinistra che - sintetizziamo - avrebbe potuto davvero essere vicina al popolo in un momento di difficoltà

E nel corso del suo intervento al Senato è riuscito ad affermare anche quanto segue: "Non si fa politica su un'epidemia". (Liberoquotidiano.it)

Su altri media

Per l'allora ministro degli Affari esteri i voti a favore furono 15. La mozione di sfiducia a Roberto Speranza - presentata da Fdi - è stata la seconda con meno voti a favore, 'battuta' solo dal precedente di Giulio Andreotti: nel 1984 l'Msi presentò una mozione di sfiducia ad Andreotti, allora ministro agli Affari Esteri, che ebbe 15 voti a favore e 258 contrari. (Adnkronos)

Vado avanti senza paura" diceva ancor prima della votazione della mozione di sfiducia Lo sapeva, Giorgia Meloni, che con la sfiducia ha cercato di forzare il centrodestra contro il ministro. (Liberoquotidiano.it)

Continuerò a lavorare ‘con disciplina ed onore‘ a tutela del diritto alla salute e a difesa del Servizio sanitario nazionale”, ha affermato sui social il ministro Così sui social il ministro della Salute, Roberto Speranza, dopo che il Senato ha respinto le mozioni di sfiducia presentate nei suoi confronti. (L'Occhio)

La reazione del Governo e del suo dicastero, all'esplosione della pandemia, per Speranza "è stata coerente con una valutazione seria del rischio. Ho giurato al Quirinale il 5 settembre del 2019 e posso dire, a testa alta, che adesso il Piano pandemico antinfluenzale aggiornato c'è, approvato all'unanimità in Conferenza Stato-Regioni. (IL GIORNO)

A favore del ministro hanno votato anche Lega e Forza Italia. "L'Italia era impreparata al Covid perché per decenni è stata trascurata la sanità pubblica" ha detto il ministro (TG La7)

Mercoledì 28 aprile 2021 - 17:00. Respinta anche la terza mozione di sfiducia a Speranza. Bocciate tutte e 3 le mozioni. Bocciata anche la seconda mozione a prima firma Paragone (ItalExit): in questo caso i voti a favore sono stati 29, i contrari 206, gli astenuti 2 (presenti 239, hanno partecipato al voto in 237). (askanews)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr