Sindacati di base contro il Green Pass: partecipare è fondamentale

Sindacati di base contro il Green Pass: partecipare è fondamentale
L'AntiDiplomatico INTERNO

Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione.

Il tutto «mentre i sindacati complici - CGIL, CISL e UIL - si avviano a sottoscrivere un nuovo patto con il governo e i padroni per assicurare la pace sociale»

Oggi più che mai - soprattutto dopo gli sciagurati eventi di sabato - è necessaria una partecipazione la più ampia possibile allo sciopero e alle varie manifestazioni indette per oggi dai sindacati di base. (L'AntiDiplomatico)

Se ne è parlato anche su altre testate

Così il leader della Lega a margine di un appuntamento elettorale a Roma. (LaPresse) “Una manifestazione di partito il sabato prima del voto è al di fuori della legge“, così il leader della Lega Matteo Salvini commenta la mobilitazione antifascista indetta dopo gli attacchi alla Cgil durante la manifestazione contro il Green pass. (LaPresse)

Poco dopo il profilo Facebook di Bragonzi è diventato privato, ma sul suo Instagram c'è ancora qualche traccia - evidente - di posizioni apertamente no green pass. Lo scorso 16 settembre ha riscritto, a modo suo, l'articolo 1 della Costituzione italiana, trasformando la Penisola in una "repubblica fondata sul green pass", la cui "sovranità appartiene al governo, che la esercita come gli pare" (MilanoToday.it)

L'alert è arrivato alla questura di Milano che ha mandato sul posto le volanti, alle cinque di mattina di lunedì 11 ottobre, per rintracciare l'uomo, un belga di 27 anni, e l'ha trovato. Gli agenti lo hanno arrestato e portato nel carcere di San Vittore dove è a disposizione delle autorità per le procedure di estradizione (MilanoToday.it)

Salvini: “Antifascisti in piazza sabato? E’ giorno prima del voto, è fuorilegge”

La testimonianza è quella di Flavia Amabile, giornalista de La Stampa, che sabato 9 ottobre si trovava in piazza a seguire la manifestazione No Green Pass. "Siamo stati caricati e manganellatib - spiega - Quando sono rimasta da sola tra i no vax. (La Stampa)

C'erano loro in piazza, sabato, a infiammare la folla dei manifestanti no green pass. E che adesso fa temere per le prossime piazze, in vista del 15 ottobre quando scatterà l'obbligo di green pass nei posti di lavoro pubblici e privati. (il Giornale)

Abbiamo passato il primo turno a parlare di Morisi e di sesso ora parliamo di fascismo. Noi continuiamo a parlare di Roma”, ha aggiunto Salvini a margine di una iniziativa elettorale nel quartiere di Torrevecchia a Roma (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr