Mali, liberata la suora rapita dai Jihadisti. Al suo caso lavorò Marogna per Becciu

Mali, liberata la suora rapita dai Jihadisti. Al suo caso lavorò Marogna per Becciu
Più informazioni:
la Repubblica ESTERI

La religiosa era stata sequestrata nel centro nord del Mali da terroristi legati ad Al Qaeda.

Della sua liberazione si era occupata, su richiesta del cardinale Becciu, Cecilia Marogna, l’imprenditrice-spia italiana oggi sotto processo nella Santa Sede.

Dopo quattro anni suor Gloria Cecilia Narváez Argoti è libera.

Nel luglio 2017, suor Gloria Cecilia Narváez Argoti era apparsa assieme ad altri cinque ostaggi in un video diffuso da al Qaeda su Telegram. (la Repubblica)

La notizia riportata su altri media

Da allora, la Chiesa colombiana è in preghiera permanente e la Santa Sede con la nunziatura colombiana, gestendo processi di negoziazione che si sono conclusi felicemente in questa liberazione. “Diamo gloria e benedizione a Dio per questo momento gioioso della Chiesa universale e della Chiesa in Colombia”, ha concluso il presule. (Servizio Informazione Religiosa)

Suor Argori è, tra l’altro, la religiosa riconducibile al caso di Cecilia Marogna, la donna “esperta di intelligence”, attualmente sotto inchiesta in Vaticano insieme all'ex cardinale Angelo Becciu ed altre otto persone Lo ha comunicato la Farnesina. (L'Unione Sarda.it)

Due situazioni simili nella drammaticità del sequestro, diventato poi esperienza profonda di fede. Benedetta Capelli – Città del Vaticano. “Gioia, gioia, gioia”. Ai nostri microfoni lei aveva rivolto un pensiero per suor Gloria e per tutti i rapiti. (Vatican News)

Mali, liberata la suora colombiana rapita nel 2017

Suor Narvaez ha incontrato Francesco subito dopo la messa per l'apertura del Sinodo. Francesca Sabatinelli – Città del Vaticano. Un abbraccio con Papa Francesco, incontrato subito dopo la messa di apertura del Sinodo, ha accolto l'arrivo di suor Gloria Cecilia Narvaez a Roma, dopo la liberazione avvenuta ieri in Mali. (Vatican News)

La liberazione della suora colombiana è stata confermata all'Afp dall'arcivescovo di Bamako, monsignor Jean Zerbo, che ha assicurato che la religiosa "sta bene". La presidenza del Mali ha reso omaggio in un tweet al 'coraggio' della suora colombiana rapita in Mali. (Rai News)

La liberazione della suora colombiana è stata confermata all'Afp dall'arcivescovo di Bamako, monsignor Jean Zerbo, che ha assicurato che la religiosa «sta bene» Il presidente della Transizione in Mali, il colonnello Assimi Goita, assicura che «sono in corso sforzi» per liberare tutti i rapiti in Mali. (La Stampa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr