Gabriel Garko parla del suo Coming out: “Così mi sono ripreso la mia vita”

Quando al mattino arrivava la donna delle pulizie, si faceva trovare nel letto degli ospiti anche se avevamo dormito insieme.

Fino ad allora non ero quasi esistito: ero un personaggio che aveva la mia faccia, ma era stato “pensato” da altri.

Nell’intervista l’attore racconta per la prima volta e con un’onestà sorprendente, come ha vissuto “sotto copertura” per quasi trent’anni.

Allora decisi di buttarmi: non sarei stato perfetto, sarei stato me stesso. (DireDonna)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Allora decisi di buttarmi: non sarei stato perfetto, sarei stato me stesso. Nell’intervista l’attore racconta per la prima volta e con un’onestà sorprendente, come ha vissuto “sotto copertura” per quasi trent’anni. (DireDonna)

La Provincia ha spiegato che erano coinvolti più di 200 pullman e circa 25.000 autovetture che hanno riempito i diversi parcheggi. Nella notte, traffico intenso nelle principali direttrici di rientro dei fan, l'autostrada ma anche la Valsugana. (l'Adige)

“Stiamo monitorando attentamente il deflusso degli spettatori del concerto verso la città, le navette per i parcheggi e la stazione. Il pubblico è uscito dai varchi ma c'è anche chi si è arrampicato lungo la collina erbosa verso il Marinaio. (Trentino)

Alla fine non ci sono stati incidenti, ma il deflusso dei 120 mila spettatori della Trentino Music Arena, al termine del concerto di Vasco, ha avuto anche dei momenti critici e non è mancato il nervosismo tra le persone bloccate in strada nel cuore della notte. (l'Adige)

Sono queste le dichiarazioni di Vasco Rossi all'indomani del concerto a Trento, davanti a 120mila persone per la prima data del Vasco Live. E il live non poteva che concludersi con Albachiara, con l’intera Arena a cantare e uno spettacolo finale di fuochi d’artificio. (l'Adige)

Pubblicità. Pubblicità. . La fase di deflusso successiva al concerto di Vasco Rossi si è conclusa poco dopo dopo le 2 del mattino. Come avviene in occasione di eventi delle dimensioni di quello che si è svolto a Trento, spiegano ancora dalla sala operativa, anche il deflusso è stato controllato minuto per minuto a partire dal momento dell’uscita dall’arena. (la VOCE del TRENTINO)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr