Orditoio tessile, cos’è il rullo che ha ucciso Luana D’Orazio a Montemurlo

Orditoio tessile, cos’è il rullo che ha ucciso Luana D’Orazio a Montemurlo
L'Occhio INTERNO

Per evitare altri drammi, è tassativo verificare quante realtà siano ancora oggi lontane da standard di sicurezza accettabili nei luoghi di lavoro“

“Non sappiamo ancora su quale tipo di orditoio stesse lavorando la povera Luana” puntalizza Sonia Paoloni , segretaria nazionale della Filctem, il comparto della Cgil che si occupa di tutto il settore tessile, dall’alta moda alla sartoria artigianale.

Possiamo solo osservare che per lavorare attorno a certi attrezzi servono la sicurezza obbligatoria e la giusta formazione. (L'Occhio)

Ne parlano anche altre testate

I colleghi di lavoro hanno immediatamente dato l’allarme ma per Luana non c’era già più niente da fare. Nella mattina di oggi (3 maggio), Luana D’Orazio, giovane mamma di 22 anni, è morta risucchiata dall’orditoio al quale stava lavorando. (Youtvrs)

La tragedia si è verificata in una fabbrica tessile a Montemurlo. Certo poi ci sono le verifiche, le inchieste, le multe, i risarcimenti, ma la vita non si può risarcire o monetizzare", afferma (Adnkronos)

Sono gli orditoi tessili che girano, proprio come quelli in cui è rimasta uccisa Luana D’Orazio. E’ un lavoro difficile, bisogna stare attenti perché i rulli girano a velocità forsennata. (Corriere Fiorentino)

Viene risucchiata da un ingranaggio: operaia di 23 anni muore in fabbrica

Rocche e subbi In gergo i macchinari deputati sono detti proprio orditoi: potremmo genericamente definirli telai per la filatura. Ma cos’è l’orditoio, ovvero il rullo nel quale è stata risucchiata, sino a trovare la morte, Luana D’Orazio nell’incidente di Montemurlo? (Corriere della Sera)

Poi ho letto sia un macchinario che permette di preparare l'ordito, in modo che possa essere montato su un telaio da tessitura. Lo sanno anche i politici, ma poi alle cene invitano i padroni, perché gli operai non possono permettersi di finanziare le campagne elettorali. (Fanpage.it)

La giovane stava lavorando ad un macchinario tessile: lascia una figlia piccola. Il macchinario presso il quale è avvenuto l'incidente è stato posto sotto sequestro per consentire di effettuare tutti i necessari accertamenti (Today.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr