Asia, il motore della crescita globale | WSI

Asia, il motore della crescita globale | WSI
Wall Street Italia ESTERI

È per questo che ormai è evidente a tutti come la locomotiva della ripresa globale per i prossimi venti o trent’anni sarà l’economia asiatica.

Non c’è da sorprendersi, se si guardano i numeri cinesi: il peso della Cina sul Pil mondiale è in costante crescita da vent’anni a questa parte.

Meglio farlo, poi, con piani di acquisto programmati per abbassare la volatilità

Insomma, in un simile contesto, la Cina ma anche altri paesi emergenti come l’India, non possono che crescere meglio dei paesi già sviluppati. (Wall Street Italia)

La notizia riportata su altri media

Il rendimento del benchmark a 10 anni negli Stati Uniti è rimasto stabile a New York e in Asia oggi è sceso di due punti base all’1,6860%. Ottimismo USA, la potenza corre. I mercati oggi hanno ben riflesso l’ottimismo in corso negli USA. (Money.it)

Il lavoro era stato commissionato dalla Taiwan Railways Administration, (TRA), che gestisce quasi tutte le linee ferroviarie dell’isola Dopo aver partecipato all’esercitazione navale nel Golfo del Bengala, le navi proseguiranno per il Giappone attraverso il Mar Cinese Meridionale. (China-Files)

Un inedito rovesciamento di ruoli tra superpotenze mondiali. Lo definisce così Federico Rampini su La Repubblica. Sarebbe quello tra Cina e Stati Uniti, neo candidati, questi ultimi, al ruolo di locomotiva mondiale (SoldiOnline.it)

Previous : Mercati Asiatici – Seduta sottotono per Cina e Giappone

Per informazioni dettagliate sull'utilizzo dei Cookie\u00a0e sulla nostra Privacy Policy clicca sui link seguenti. Cookie Policy | Privacy Policy" (Il Cittadino on line)

"Utilizziamo i cookie per garantire la migliore esperienza sul nostro sito. Cookie Policy | Privacy Policy" (Il Cittadino on line)

Tornando ai listini asiatici, in Cina Shanghai cede lo 0,2% e Shenzhen viaggia sulla parità. Giornata sottotono per i principali listini asiatici nonostante la seduta ben intonata di Wall Street, spinta dall’ottimismo per una ripresa economica più veloce del previsto. (Il Cittadino on line)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr