Mercati oggi: Asia in rialzo, il petrolio oltre gli $80 al barile

Mercati oggi: Asia in rialzo, il petrolio oltre gli $80 al barile
Money.it ECONOMIA

In focus, inoltre, ci sono ancora gli USA e la corsa del greggio, con le preoccupazioni su inflazione e carenza energetica.

Prezzi del petrolio in corsa. A brillare nei mercati di inizio settimana è ancora il prezzo del petrolio, che continua il suo rally.

Mercati: Asia positiva, ma con incertezze. Alle ore 8.05 circa, il Nikkei guadagna l’1,55% e gli indici cinesi Shenzhen e Shanghai scambiano rispettivamente a -0,01% e a +0,23%. (Money.it)

Se ne è parlato anche su altri media

Mai così in alto dal 2014. Almeno secondo Luca Trabattoni, Country Head Italia di UBP, secondo cui il rialzo dei prezzi "è un fenomeno a cui ci stiamo preparando. (Sky Tg24 )

Comparto positivo in Europa. Con i rialzi dei prezzi, i principali titoli del settore petrolifero mostrano segni positivi a Piazza Affari. In Europa, Royal Dutch Shell (LON: ) guadagna l'1,3% a Londra, Total (PA: ) segna il +1,5% a Parigi, mentre Exxon (DE: ) raccoglie lo 0,5% a Francoforte (Investing.com)

Il metallo, la cui produzione richiede ingenti quantità di energie, incorpora nel suo prezzo l’incremento del costo dei combustibili Il greggio Brent, che funge invece da riferimento per i mercati europei, ha raggiunto gli 83,6 dollari, a sua volta con un rialzo dell’ 1,5%. (Il Fatto Quotidiano)

Petrolio alle stelle: perché corre il prezzo e quanto ci costerà

11 Ottobre 2021 21:12. E’ la prima volta dal 2014 che le quotazioni chiudono sopra gli 80 dollari per il pezzo del petrolio. Il petrolio chiude in rialzo a New York, dove le quotazioni salgono a 80,52 dollari al barile. (StrettoWeb)

Il riferimento internazionale si è spinto fino a 84,60 dollari lunedì 11, il massimo da tre anni, mentre l’americano Wti ha aggiornato il record da 7 anni superando 82 dollari, prima di ripiegare sotto quota 81 dollari. (Il Sole 24 ORE)

La crisi energetica innescata dalla ripresa post-pandemia ha messo in ginocchio Cina e India, con pesanti ripercussioni anche per noi. I suoi problemi interni potrebbero ripercuotersi sulla supply chain globale, rallentando la ripresa e accelerando la spirale inflazionistica. (Today.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr