Atlantia, dopo la cessione di Aspi cedola da 600 milioni. La cassaforte dei Benetton apprezza e non aderirà al buy-back

il Corriere delle Alpi ECONOMIA

L’obiettivo sarà «assicurare un ritorno adeguato e sostenibile per gli azionisti, mantenendo in ogni caso una struttura del capitale solida e flessibile».

Dopo la pubblicazione, da parte di Atlantia, della nuova strategia post-cessione di ASPI, Edizione, holding della famiglia Benetton, anche a nome della propria controllata Sintonia, dichiara la propria condivisione delle strategie di Atlantia.

Dalla cessione di Autostrade 8 miliardi che verranno destinati «alla crescita del Gruppo». (il Corriere delle Alpi)

La notizia riportata su altri giornali

Una manifestazione doverosa, che ha raccolto e sta raccogliendo molte adesioni nel segno della più assoluta trasversalità politica in una prospettiva di giustizia e di civiltà, contro una scelta governativa che risulta offensiva verso la memoria delle 43 vittime del Morandi e il dolore dei loro familiari, così come verso tutti i liguri e tutti gli italiani, quotidianamente alle prese con gli effetti disastrosi di decenni di imperdonabile pessima gestione di un bene avuto in regalo e restituito ricevendo un altro regalo, dove l'unità di misura del dono sono i miliardi. (Primocanale)

La cosa paradossale è che con l'aumento dei pedaggi previsto Cassa Depositi e Prestiti tirerà fuori più soldi da dare ad Atlantia. Ovvero noi paghiamo di più per 17 ani per poter dare più soldi ora ad Atlantia" e quindi anche ai Benetton precisa Malan (Primocanale)

Questo è lo scopo della manifestazione e, come in tutte le manifestazioni, sarebbe il caso che vi partecipasse solo chi ne condivide le finalità Difficile, quindi, che in una manifestazione di questo tenore, abbia senso la presenza di un movimento politico che ritiene l'accordo sottoscritto dallo Stato "il migliore tra quelli attuabili". (Primocanale)

Atlantia guarda anche a nuova politica di remunerazione degli azionisti, con il ritorno alla distribuzione del dividendo (sospeso dall’esercizio 2018). Una notizia che ha messo il turbo al titolo che avanza di circa il 3,6% a 16,3 euro, posizionandosi in vetta al Ftse Mib. (Finanzaonline.com)

"La situazione è molto chiara: ci troviamo a dover affrontare dei lavori perché negli anni scorsi la società Autostrade invece che fare manutenzioni ha pensato di dare dei dividendi ai propri soci e soprattutto al socio di riferimento Atlantia e quindi alla famiglia Benetton": così apre il suo intervento a Primocanale Massimo Giacchetta, Presidente CNA Liguria, spiegando le ragioni della sua partecipazione alla manifestazione organizzata il prossimo 18 giugno alle 18 davanti alla Prefettura di Genova e alla cui partecipazione invita anche l'editore di Primocanale Maurizio Rossi (LEGGI ). (Primocanale)

Al buy-back non aderirà Edizione, la holding della famiglia Benetton che attraverso Sintonia controlla il 30% di Atlantia. La distribuzione dei dividendi sarà ripartita in due tranche semestrali, a partire dall'acconto di novembre 2022, sulla base della situazione contabile al 30 giugno 2022 (Milano Finanza)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr