Covid, a Treviso 133 contagiati in un centro di accoglienza. Ma non c'entrano gli sbarchi di Lampedusa

Covid, a Treviso 133 contagiati in un centro di accoglienza. Ma non c'entrano gli sbarchi di Lampedusa
Corriere della Sera Corriere della Sera (Interno)

E all’interno del Veneto è Treviso a fare i conti con il risveglio del Covid.

In serata la conferma ufficiale con il dato complessivo della provincia: 299 nuovi casi, di cui 133 nel centro di accoglienza.

La notizia riportata su altri media

Lo dice il Presidente del Veneto Luca Zaia in relazione ai 132 positivi al'ex Caserma Serena. Alcuni riechiedenti asilo si sarebbero ribellati alla quarantena obbligatoria lanciando una brandina, un computer e alcuni mobili all’interno dell’inferneria. (La Tribuna di Treviso)

E' stato completato lo screening al Centro di accoglienza situato nell'ex Caserma Serena di Casier, in provincia di Treviso: complessivamente sono stati eseguiti 315 tamponi - 293 sui migranti e 22 sugli operatori - che hanno evidenziato 133 positività tra gli ospiti. (L'Unione Sarda.it)

Il caso migranti a Treviso continua a tenere banco: secondo l’ultimo aggiornamento sono ben 133 le nuove positività al Covid riscontrate all’interno della Caserma Serena, che rappresenta il più grande centro migranti dell’area trevigiana. (Yahoo Notizie)

Ad oggi, infatti, sono esattamente 770 i richiedenti asilo ospitati nelle strutture della provincia, tra l'ex caserma Serena di Treviso, l'ex caserma Zanusso di Oderzo e altri centri più piccoli. Maxi focolaio nella caserma dei migranti, Zaia: «Un gran pasticcio, va trattato da zona rossa». (Il Gazzettino)

Più avanti si aggiungeranno Santa Maria Maggiore e Santa Maria Maddalena, con i suoi Paolo Veronese. «Ci diano ancora un mese di tempo per cercare altri volontari» ha detto la referente del progetto, Giulia Semenzin, storica dell’arte. (La Tribuna di Treviso)

In ogni caso i 133 ospiti dell'ex caserma Serena sono tutti in quarantena e nessuno di loro avverte sintomi: la struttura è costantemente sorvegliata dalle forze dell’ordine e tra una settimana l’azienda sanitaria svolgerà nuovi test. (Fanpage.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr