Operazione antidroga: 25 arresti. Donne spacciavano con figlio in braccio

Operazione antidroga: 25 arresti. Donne spacciavano con figlio in braccio
Altri dettagli:
ZMedia INTERNO

Tra le immagini in possesso dei carabinieri ci sono quelle di un giovane costretto a ‘tuffarsi’ nel contenitore dell’immondizia e di un altro a farsi avvolgere il volto con del nastro isolante

Così i carabinieri sono riusciti a riprendere, con telecamere nascoste, una donna intenta a spacciare mentre tiene il figlio piccolo in braccio.

25 persone sono state arrestate nell’ambito dell’operazione Piombai. (ZMedia)

La notizia riportata su altri giornali

– Un ‘fortino’ per lo spaccio della droga realizzato nello storico rione San Cristoforo è stato scardinato dai carabinieri di Catania che hanno arrestato 22 persone, una delle quali posta ai domiciliari, e notificato tre obblighi di presentazione alla polizia giudiziaria. (lasiciliaweb | Notizie di Sicilia)

Una operazione del comando provinciale iniziata alle prime ore del mattino. Gli indagati devono rispondere, a vario titolo, di associazione finalizzata al traffico di droga e spaccio. (Giornale di Sicilia)

MAUGERI Silvia Monica, classe 1996 (art.74 D.P.R. 309/90). SOGGETTI DESTINATARI DI MISURA CAUTELARE DELL’OBBLIGO DI PRESENTAZIONE ALLA P.G. ROMEO Giuseppe, classe 1992 (art.73 D.P.R. 309/90). 3 (95047)

Catania, spacciava con il bambino di 16 mesi in braccio. Tra gli arrestati in 11 avevano reddito di cittadina

L’altra operazione. Sempre ieri, in esito ad attività investigativa, personale della Squadra Mobile – Squadra Catturandi- ha proceduto all’arresto del pregiudicato M. L’arrestato deve espiare la condanna definitiva di anni 3 e mesi 6 perché riconosciuto colpevole del reato di traffico e detenzione di ingente quantitativo di sostanza stupefacente (Livesicilia.it)

L’indagine, denominata Piombai dal nome della strada in cui operavano gli indagati, coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia etnea e condotta dal nucleo operativo della Compagnia Piazza Dante, ha consentito di disarticolare un sodalizio criminale che gestiva una fiorente piazza di spaccio di cocaina e crack. (lasiciliaweb | Notizie di Sicilia)

Tra queste la moglie del "capo", Silvia Monica Maugeri, posta ai domiciliari, e la cognata dell’uomo, Georgiana Xenia Bontu, arrestata. Sono alcune delle "immagini" date dai carabinieri di Catania sul "fortino della droga" a conduzione familiare realizzato nello storico rione San Cristoforo e scardinato da un’inchiesta della Dda etna. (Gazzetta del Sud - Edizione Sicilia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr