John Elkann: 'Prestito FCA per aiutare il settore auto in Italia'

Calciomercato.com Calciomercato.com (Economia)

5 John Elkann è tornato a parlare del prestito chiesto da FCA: "Il prestito chiesto da Fca Italy è disegnato per aiutare il settore auto in Italia - le parole riportate da Calcio e Finanza -. Intesa Sanpaolo ci sta lavorando, abbiamo colloqui in corso.

Su altri media

Parlando della, si è mostratoed ha sottolineato "di innovazione in questo settore, dovuto alla tripla rivoluzione dell'auto connessa, pulita e autonoma". Il Presidente voluto anche ringraziare consiglieri di amministrazione e manager di EXOR e delle società partecipate per la rinuncia al compenso per quest'anno. (Il Messaggero)

Parlando di automotive, Elkann ha evidenziato che si è «all’inizio di una nuova era di innovazione in questo settore, dovuta alla tripla rivoluzione dell’auto connessa, pulita e autonoma. (MotoriNoLimits)

Basti citare le misure sperimentate da Ferrari a Maranello col progetto 'Back on Track”'e quelle adottate da Fca e Cnh industrial”. Il progetto di fusione tra Fca e Psa “prosegue secondo i piani e i tempi previsti. (l'Automobile - ACI)

Non siamo interessati a una fusione per PartnerRe, sarebbe una distrazione, credo neanche i nostri competitor lo siano", ha spiegato. I termini dell’accordo con Psa sono scritti nella pietra e vincolati. (ilBianconero)

editato in: da. (Teleborsa) – “Attraverso gli anni e le generazioni abbiamo attraversato molte crisi, tutte diverse, e ne siamo sempre usciti più forti proprio grazie a queste esperienze”. Il Presidente voluto anche ringraziare consiglieri di amministrazione e manager di EXOR e delle società partecipate per la rinuncia al compenso per quest’anno. (QuiFinanza)

"L''emergenza Covid - osserva il presidente di Exor e Fca - non ha certo reso le cose più facili per l'industria dell'auto. "Attraverso gli anni e le generazioni - afferma - abbiamo attraversato molte crisi, tutte diverse, e ne siamo sempre usciti più forti proprio grazie a queste esperienze. (America Oggi)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti chiusi.