Rivoluzione digitale terrestre: dal 20 ottobre molti canali non si vedranno

L'Occhio ECONOMIA

La rivoluzione del digitale terrestre partirà dal 20 ottobre e coinvolgerà vecchi televisori.

Digitale terrestre: i canali che non si vedranno sui vecchi televisori dal 20 ottobre. Dal 20 ottobre ci sarà la rivoluzione del digitale terrestre.

Potranno continuare a guardarli anche i telespettatori che ancora non sono in possesso di un apparecchio adeguato al nuovo sistema digitale

I canali a passare alla nuova tecnologia. (L'Occhio)

La notizia riportata su altre testate

Quale Decoder Digitale Terrestre DVB T2 comprare. Con il passaggio al sistema DBV-T2, per poter continuare a vedere i diversi canali TV sarà necessario munirsi di un televisore in grado di supportare il nuovo sistema oppure di un nuovo decoder compatibile. (Team World)

Come usare i bonus rottamazione e tv. Per il momento, a ogni modo, saranno coinvolti solo pochi cittadini italiani, vale a dire chi non possiede una tv o un decoder esterno abilitati per l’HD. (Sportface.it)

Nove canali Rai in HD dal 20 ottobre. I canali tematici della Rai interessati sono: Rai 4, Rai 5, Rai Movie, Rai Yoyo, Rai Sport + HD, Rai Storia, Rai Gulp, Rai Premium e Rai Scuola. Il test per il nuovo digitale terrestre DVB-T2: come verificare se la tv va bene? (MAM-e)

Dovresti avere un televisore davvero molto datato per essere colpito dalla novità con almeno 10-15 anni di vita alle spalle. Nonostante il tanto temuto switch off del digitale terrestre sia stato rimandato a data da destinarsi – si parla oramai del 2023 – la prima tappa del cammino che ci porterà verso il nuovo standard DVB-T2 si concluderà il prossimo 20 ottobre. (GQ Italia)

Digitale terrestre, nuovo step. È il 20 ottobre la data da segnare in calendario per il nuovo passo verso il digitale terrestre, lo standard DVB-T2 che che porterà nelle case di milioni di italiani la nuova tecnologia sostenuta dall’Unione Europea. (InvestireOggi.it)

Caratteristiche principali. Decoder DVB-T2 HEVC Main 10. (HelpMeTech)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr