Meno tasse per i lavoratori, notizia bomba per il 2022: tutti i fortunati destinatari

ContoCorrenteOnline.it ECONOMIA

Nel 2022 sono previste meno tasse per i lavoratori.

In meglio, si spera, per tanti lavoratori che vedranno ridurre le tasse con conseguente aumento della retribuzione.

Chi sono i destinatari del taglio del cuneo fiscale. Meno tasse e aumenti in busta paga – non adeguatamente ripartiti dato che chi guadagna di più otterrà ancora di più – sono previsti esclusivamente per i lavoratori dipendenti

La manovra sul taglio del cuneo fiscale renderà gli italiani più ricchi ma non tutti saranno coinvolti. (ContoCorrenteOnline.it)

Se ne è parlato anche su altre testate

Con il rinnovo, ad oggi i docenti riceverebbero un aumento lordo mensile di 88 euro. Bianchi inoltre sta cercando di avere la proroga anche per il personale Ata. (ilGiornale.it)

Cuneo fiscale: come funziona. La metà degli 8 miliardi di euro che dovrebbero essere utilizzati per tagliare le tasse si concentreranno presumibilmente sul cuneo fiscale, ovvero la somma delle imposte che gravano sul costo del lavoro. (Il Capoluogo)

Vediamo, a questo punto, chi beneficerà maggiormente dell’aumento in busta paga. Da lungo attesa, la manovra economica 2022, porterà più soldi nelle tasche degli italiani. (Proiezioni di Borsa)

Come confermato dall'avvocato Andrea Aliberti a La Nazione si ridurrà l'aliquota del 38% sullo scaglione 28mila-55mila euro , "del resto, il 'salto' dall'aliquota del 27% del precedente scaglione al 38% è sempre stato fortemente criticato" . (il Giornale)

Inoltre, oltre ai operatori, assistenti e funzionari, il presidente Naddeo vuole aggiungere una quarta area lavorativa chiamata "delle alte professionalità". La novità, però, è che questi scatti saranno legati " alla valutazione dei dipendenti e alla loro esperienza professionale " secondo quanto riporta Il Messaggero. (ilGiornale.it)

LEGGI ANCHE > > > Busta paga, aumenti in vista: tutte le cifre in base al reddito. Tutto dipenderà comunque dalle risorse E’ possibile che il governo insista sui trattamenti integrativi già previsti in busta paga per i lavoratori fino a 40 mila euro di reddito annuo. (ContoCorrenteOnline.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr