Morta a 18 anni dopo il vaccino, sequestrate le cartelle. Camilla soffriva di piastrine basse

Morta a 18 anni dopo il vaccino, sequestrate le cartelle. Camilla soffriva di piastrine basse
GenovaToday SALUTE

Stando a quanto ricostruito, la ragazza era affetta da una malattia autoimmune che provocava carenza di piastrine, ed era sotto terapia.

Attesa per esiti autopsia. Camilla Canepa, la ragazza di 18 anni morta dopo la vaccinazione volontaria con Astrazeneca, soffriva di una malattia autoimmune del sangue (la piastrinopenia) che causa piastrine basse, ed era sotto terapia ormonale.

Cinque le vite che verranno salvate grazie al fegato, ai polmoni, al cuore e ai reni della ragazza

Nel frattempo sono stati espiantati gli organi, così come stabilito dalla famiglia della 18enne, che ha dato il via libera alla donazione. (GenovaToday)

Se ne è parlato anche su altre testate

I magistrati hanno già affidato l'autopsia al medico legale Luca Tajana e all'ematologo Franco Piovella che hanno già eseguito gli esami sugli altri quattro casi di decessi dopo vaccini Come anche sarà importante avere la scheda anamnestica che dovrebbe essere stata compilata da Camilla prima di vaccinarsi. (ilgazzettino.it)

Camilla Canepa, la diciottenne ligure morta all’ospedale San Martino di Genova colpita da trombosi in seguito alla vaccinazione volontaria con la prima dose del siero AstraZeneca, somministratole lo scorso 25 maggio, soffriva di una malattia autoimmune familiare, ovvero una piastrinopenia che determina, appunto, una carenza permanente di piastrine nel sangue, e, inoltre, assumeva una terapia ormonale. (Il Sussidiario.net)

La Procura intende far luce sul decesso di Camilla Canepa, la 18enne deceduta nella giornata di ieri, 10 giugno, dopo alcuni giorni di ricovero e due operazioni per salvarle la vita da una trombosi del seno cavernoso verificatasi dopo l'inoculazione del vaccino AstraZeneca (SavonaNews.it)

Morta a 18 anni dopo il vaccino: Camilla soffriva di una malattia autoimmune familiare

Gli investigatori vogliono capire se le due patologie fossero state indicate nella scheda consegnata prima della somministrazione del vaccino, il 25 maggio. Camilla Canepa, la ragazza di 18 anni morta dopo la vaccinazione volontaria con AstraZeneca, secondo quanto appreso soffriva di piastrinopenia autoimmune familiare e assumeva una doppia terapia ormonale. (Il Giornale di Vicenza)

Gli investigatori stanno cercando di capire se la patologia fosse stata indicata nella scheda consegnata prima della somministrazione del vaccino, il 25 maggio. La ragazza di Sestri Levante, che aveva partecipato ad uno degli Open Day di AstraZeneca rivolti agli over 18 della regione Liguria, aveva la piastrinopenia autoimmune familiare e assumeva una doppia terapia ormonale. (Yahoo Notizie)

Proprio oggi si è anche scoperto che la giovane soffriva di una malattia autoimmune del sangue, la piastrinopenia, una carenza cronica di piastrine. Tra i documenti che stanno acquisendo i militari anche le relazioni dei dirigenti medici del San Martino Pelosi e Brunetti. (Primocanale)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr