Filippo Facci, Davigo e Amara: "Csm da sciogliere", è una guerra interna alle toghe

Filippo Facci, Davigo e Amara: Csm da sciogliere, è una guerra interna alle toghe
LiberoQuotidiano.it INTERNO

Filippo Facci 04 maggio 2021 a. a. a. . Sopra una certa altitudine il corpo comincia nutrirsi delle proprie riserve di grasso: anche se resta immobile.

Piercamillo Davigo intanto ha ammesso di aver «informato chi di dovere» di quei verbali ricevuti nella primavera del 2020.

Il Fatto ovviamente dapprima non ha scritto una riga (la magistratura è il suo core business) ma poi la dinamica si è schiarita. (LiberoQuotidiano.it)

La notizia riportata su altri giornali

La lista della loggia Ungheria «Nella loggia Ungheria — racconta Amara — ci sono vertici delle forze dell’ordine, politici, magistrati, imprenditori, avvocati. Esiste davvero una loggia massonica chiamata Ungheria oppure i verbali dell’avvocato Piero Amara sono un insieme di fatti veri, verosimili e falsi utili a consumare vendette oppure generare ricatti? (Corriere della Sera)

Comunque resta la necessità di una commissione di inchiesta, giusto? Oggi sembra ci sia una forma di omertà da parte della sinistra e dei 5 Stelle nel chiedere una commissione. (Il Sussidiario.net)

È vero, invece, che l’avvocato Amara, ora come allora, è al centro di uno scontro durissimo entro le mura delle due più importanti procure della Repubblica del paese. Lungo questa traiettoria le due vicende sembrano avere poco o nulla in comune. (Il Riformista)

Loggia Ungheria, Ermini e i verbali di Amara: «Erano irricevibili». Davigo smentisce la segretaria

“Ciclone Fedez sulla Rai”, titolava Repubblica con una grafica modificata rispetto al solito per dare più rilievo all’avvenimento clamoroso. In ottobre Davigo lascia il Csm per ragioni di età e miracolosamente il malloppo insabbiato ricompare nelle redazioni di due giornali: Repubblica e il Fatto. (Il Riformista)

Nel verbale dell’avvocato Amara, infatti, compaiono nomi e cognomi. Pioggia di smentite da tutti gli interessati i cui nomi compaiono nella lista della loggia Ungheria, che minacciano querele e si dissociano dalle parole dell’avvocato. (Imola Oggi)

Di certo puntualizzerà anche che Storari, dopo la perquisizione della Contraffato, gli ha rivelato di avere consegnato i verbali a Davigo Circostanza smentita dallo stesso Davigo, che ha ammesso invece di avere messo nella disponibilità della segretaria quei verbali. (ilmessaggero.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr