Tesla Model Y, la prova della versione Long Range

Auto.it ECONOMIA

Ecco come va su strada il SUV elettrico da 510 km di autonomia dichiarata.

L'abitacolo è assembalato con finiture e materiali di pregio e sfrutta al massimo le caratteriestiche delle archittetture elettriche per privilegiare l'abitabilità.

Guarda il video. Tesla è sinonimo di auto elettrica di un certo prestigio.

Le caratteristiche tecniche. L'auto è disponibile in due versioni, Long Range - oggetto della nostra prova - e Performance, che sacrfica un po' di capacità delle batterie (l'autonomia scende da 510 km a 480km), per privilegiare le prestazioni. (Auto.it)

Ne parlano anche altre fonti

Il testo completo di questo contenuto a pagamento è disponibile agli utenti abbonati. LE PERFORMANCETesla, sempre più fenomeno. L'azione della società è quotata al Nasdaq circa 750 dollari per una capitalizzazione intorno a 750 miliardi. (Il Gazzettino)

Invece, i conducenti devono accettare che la loro guida venga monitorata da Tesla per sette giorni. I regolatori della California stanno anche indagando se l’affermazione di Tesla di “guida completamente autonoma” ingannevole. (La Nuova Gazzetta Molisana)

Pertanto, mentre le azioni TSLA potrebbero non essere attraenti per gli investitori value, gli investitori growth potrebbero trovarle interessanti a lungo termine. (NASDAQ:TSLA) e General Motors Co. (Invezz)

Nel giugno dello stesso anno Tesla riceve un importante finanziamento dal Governo degli Stati Uniti pari a 500 milioni di dollari. Tesla viene quotata alla Borsa di New York il 29 giugno 2010, raccogliendo ulteriori finanziamenti per oltre 200 milioni di dollari (Tech Meteoweek.com)

Per raggiungere i suoi obiettivi, Tesla aveva realizzato una nuova fabbrica a Shanghai, inizialmente con l’obiettivo di vendere solo in Cina, dove aveva stretto accordi con il governo. Elon Musk respinge crisi. (Money.it)

“E’ sul logo”, ha affermato in modo emblematico Elon Musk facendo riferimento allo storico simbolo della casa di Maranello e guadagnandosi il plauso del pubblico che stava seguendo l’evento in diretta Nel corso del confronto tra i due manager all’Italian Tech Week di Torino, è emersa la contrarietà di Elkann ad una supercar del Cavallino con tecnologia self driving, con lo stesso presidente di Maranello a sottolineare che una Ferrari a guida autonoma sarebbe “triste” e andrebbe contro la natura di una vettura che viene costruita per essere guidata. (FormulaPassion.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr