Fermato il convivente per l'omicidio di Rossella Placati | estense.com Ferrara | estense.com

Fermato il convivente per l'omicidio di Rossella Placati | estense.com Ferrara | estense.com
Approfondimenti:
Estense.com INTERNO

Quando carabinieri e sanitari si sono portati al civico 62 di strada del Carmine, in Borgo San Giovanni, a due passi dall’argine del Panaro, per Rossella non c’era già più nulla da fare.

Fin dall’inizio il 45enne è stato il principale sospettato per la morte di Rossella Placati, trovata nel bagno di casa con ferite alla testa.

Le indagini e gli accertamenti dei carabinieri proseguiranno per raccogliere ogni ulteriore elemento o fonte di prova, utile alla risoluzione del caso

L’uomo, di professione artigiano edile, separato, dopo le formalità di rito, è stato portato in carcere a Ferrara, dove rimarrà a disposizione dell’autorità giudiziaria estense. (Estense.com)

Ne parlano anche altri giornali

Daniela Placati, lunedì mattina, quando è arrivata sul luogo del delitto si è sentita crollare il mondo addosso. Omicidio di Bondeno: fermato il compagno di Rossella Placati. Ricorda Rossella, che tra le tre sorelle, rappresentava la ‘solarità e la voglia di vivere’. (il Resto del Carlino)

Per loro, accuse di sequestro di persona per estorsione, porto abusivo di armi, ingresso illegale in Italia e danneggiamento. La banda dei quattro è stata scoperta dai carabinieri di S. Lazzaro Savena e Granarolo nella notte tra venerdì e sabato scorsi: sono tutti cinesi dai 28 ai 43 anni, irregolari sul territorio e incensurati. (La Nuova Ferrara)

Cinzia Fusi, di anni ne aveva 34 anni, lavorava come commessa nel market di Copparo, di cui era titolare il compagno, che la massacrò a colpi di mattarello la mattina del 24 agosto dello stesso anno. Due donne, due nomi, due vittime, le ultime in ordine di tempo delle violenze che uccidono. (La Nuova Ferrara)

Azzerati Carife, il Fir pagherà tutto il 30 per cento spettante ai risparmiatori

I militari del Norm di Ferrara e della stazione di corso Giovecca sono intervenuti sul posto scoprendo trenta giovani tra i 20 e 22 anni intenti a festeggiare in un appartamento. Si trattava di studenti universitari fuori sede provenienti da varie zone di Italia, ma anche da Spagna, Francia e Germania. (La Nuova Ferrara)

La vittima aveva sulla testa ferite probabilmente provocate da un corpo contundente.Il compagno della donna è da ore sotto interrogatorio. Non ci sono segni di effrazione e si sta cercando l'arma del delitto, un oggetto contundente usato per colpire la vittima alla testa (Rai News)

«Come Risparmiatori azzerati di Carife - afferma la portavoce degli "Azzerati", Katia Furegatti - apprendiamo con favore questa decisione che da tempo avevamo sollecitato in quanto abbiamo fortemente contestato l'acconto del 40 per cento, ritenendolo inadeguato e insufficiente. (La Nuova Ferrara)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr