Omicidio Willy Monteiro Duarte, al via il processo: respinta la richiesta di rito abbreviato

RomaToday INTERNO

Vero è che nessuno dei testi non sospetti indica tra gli aggressori il mio assistito”.

Il riferimento è appunto a una serie di lettere che Mario Pincarelli ha inviato alla famiglia Montero Duarte dal carcere.

Colleferro, l’omicidio di Willy Monteiro Duarte. Willy Monteiro Duarte, 21enne di origini capoverdiane residente a Paliano, è morto la notte tra il 5 e il 6 settembre del 2020 a Colleferro

I giudici della Corte d'Assiste di Frosinone hanno rifiutato di concedere lo sconto di un terzo della pena. (RomaToday)

Ne parlano anche altre testate

Vogliamo il massimo della pena, vogliamo che i giudici non abbiano pietà perché loro per Willy non l'hanno avuta». Affetto e forza che la famiglia Monteiro, visibilmente provata, accoglie grata, a braccia aperte (ilmessaggero.it)

La richiesta di rito abbreviato è stata rigettata e il processo continuerà fino a dicembre. Lo stesso giovane, in 3 lettere presentate alla Corte ha chiesto perdono ai familiari di Willy ed ha preso le distanze dai gravissimi fatti che gli vengono contestati. (FrosinoneToday)

È iniziato il processo per l’omicidio di Willy Monteiro Duarte. Degli imputati è presente in aula il solo Belleggia, i fratelli Bianchi e Pincarelli sono collegati in videoconferenza dal carcere (Corriere TV)

Gli altri tre imputati, vale a dire Marco e Gabriele Bianchi e Mario Pincarelli, hanno seguito il processo dal carcere dove si trovano detenuti. Secondo la procura, i fratelli Bianchi, esperti di arti marziali, avevano avuto l'intenzione di uccidere. (Frosinone Web)

Un passaggio lo riservano alla famiglia di Willy: «Sono persone che hanno una grande sensibilità e una grande rigore intellettuale. Un particolare davvero agghiacciante, quello che rivela l'avvocato Domenico Marzi poco prima dell'inizio del processo nei confronti dei fratelli Marco e Gabriele Bianchi, di Mario Pincarelli e di Francesco Belleggia. (ciociariaoggi.it)

Seguiremo passo passo il processo che, a quanto pare procederà molto speditamente, vista la fissazione già avvenuta oggi di tutte le udienze di qui fino a dicembre» «Il nostro comune, assieme a quelli di Paliano ed Artena, è stato ammesso parte civile nel “processo Willy” che oggi ha visto celebrare la prima udienza a Frosinone, nonostante le opposizioni delle difese. (Cronache Cittadine)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr