Hong Kong, arrestati 53 attivisti in maxi retata della polizia

Sky Tg24 ESTERI

Le accuse e la legge sulla sicurezza nazionale approfondimento Hong Kong, il dissidente Joshua Wong si dice colpevole e va in carcere Gli attivisti sono accusati di minare la stabilità e la sicurezza della Cina, in base all' art.22 della legge sulla sicurezza nazionale.

Tra gli arrestati anche l’avvocato per i diritti umani John Clancey, cittadino americano.

"Gli arresti coordinati di più di 50 attivisti pro-democrazia invia il segnale che il pluralismo politico non è piu' tollerato ad Hong Kong", ha detto Peter Stano, portavoce dell'Alto rappresentante Ue Josep Borrell, chiedendo "la liberazione immediata delle persone arrestate". (Sky Tg24 )

Su altri giornali

La portavoce Hua Chunying ha poi aggiunto che «questo tipo di mossa sarà sicuramente punita dalla storia». «Senza un rappresentante legale, questa mattina è stato portato al centro di accoglienza di Laichikok per poter ricevere la notifica. (Corriere del Ticino)

Lo ha reso noto la polizia locale.Nessuno di loro è stato accusato, ma a 3 dei 55 è stata negata la libertà: sono gli attivisti Johua Wong, il volto più noto delle proteste nell'ex colonia britannica, e Tam Tak-chi, che entrambi stanno scontando pene in carcere, e l'ex leader del Partito Democratico, Wu Chi-wai, che non aveva consegnato il suo passaporto dopo essere stato rilasciato su cauzione in un diverso procedimento. (Rai News)

L’accusa, per gli arrestati, è di aver “organizzato e partecipato” alla sovversione dei poteri dello Stato, in base all' articolo 22 della legge sulla sicurezza nazionale. La Cina difende l’operazione: misura necessaria. (Il Sole 24 ORE)

Secondo Steve Li, sovrintendente senior della polizia, sono stati perquisiti 72 luoghi diversi e notificati ordini di consegna di materiale utile alle indagini a 4 società. L’operazione viene difesa dalla Cina come misura necessaria, spiega in conferenza stampa la portavoce del ministero degli Esteri Hua Chunying. (Open)

E' stata una misura necessaria, ha affermato in conferenza stampa la portavoce del ministero degli Esteri Hua Chunying, secondo cui l'unico danno fatto "è stato a quel tipo di libertà di alcune forze esterne e di individui in collusione tra loro nel tentativo di danneggiare la stabilità e la sicurezza della Cina". (Rai News)

Condividi. Joshua Wong, uno dei leader del movimento per la democrazia ad Hong Kong, già in carcere per il suo ruolo nelle proteste del 2019, è stato formalmente accusato di "sovversione", ha dichiarato oggi una fonte della polizia locale. (Rai News)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr