Miliziani, banditi, presunti jihadisti: la galassia dei 122 gruppi armati nell’est del Congo, dove sono…

Miliziani, banditi, presunti jihadisti: la galassia dei 122 gruppi armati nell’est del Congo, dove sono…
Il Fatto Quotidiano ESTERI

Proprio ieri il Baromètre sécuritaire du Kivu ha pubblicato il nuovo report periodico con la mappatura delle milizie presenti nell’est della Rd Congo, nelle quattro province di Nord Kivu, Sud Kivu, Ituri e Tanganika.

Questa premessa è importante per capire meglio che, quando si parla di Nord Kivu, si parla di un territorio esteso e non omogeneo.

Sono gruppi armati hutu congolesi apparsi nel 2011 (eredi di gruppi precedenti), con lo scopo di proteggere la popolazione hutu congolese dalle angherie dei miliziani mayi-mayi e dell’esercito

Il Nord Kivu è una delle province a est della Repubblica Democratica del Congo, al confine con Rwanda e Uganda (Il Fatto Quotidiano)

Su altri media

Sono oltre 100 i gruppi attivi nella Repubblica democratica del Congo. Sempre secondo il Csg «l’Adf ha da poco aderito alla logica terroristica sostenuta dallo Stato Islamico» (Il Manifesto)

L'attacco è avvenuto nel parco del Virunga, nell'est del paese, un luogo da decenni infestato di gruppi paramilitari e bande locali. Il governo locale accusa i ribelli hutu delle forze di liberazione del Ruanda (TG La7)

- ROMA, 22 FEB - Poco fa a Goma, nella Repubblica Democratica del Congo, si è verificato un attacco ai danni della vettura dove si trovava l'ambasciatore italiano Luca Attanasio. Attanasio - secondo quanto apprende l'ANSA - è stato trasportato in ospedale a Goma. (Tiscali.it)

I guerriglieri del Ruanda negano il coinvolgimento nell'agguato in Congo

Il Paese, secondo il monitoraggio degli 007, sconta «un quadro di pronunciata fragilità sulla cui evoluzione appare ora gravare anche la crescita della violenza di segno jihadista». Il Fdlr-Foca è il principale gruppo residuo di ribelli ruandesi di etnia Hutu, conosciuti per il genocidio in Ruanda. (Open)

Ancora non lo sappiamo con certezza, perché 24 ore dopo l’agguato le ombre sui responsabili non si sono ancora diradate e restano in piedi diverse piste. Ambasciatore italiano ucciso in Congo: prende corpo la pista jihadista (Di martedì 23 febbraio 2021) Roma, 23 feb – Chi ha ucciso l’Ambasciatore Luca Attanasio, il carabiniere Vittorio Iacovacci e il loro autista Congolese? (Zazoom Blog)

Secondo la nota, “le responsabilità di questo spregevole assassinio sono da ricercare nelle fila di questi due eserciti e dei loro sponsor che hanno stabilito un un'alleanza innaturale per perpetuare il saccheggio dell’Est del Congo”. (AGI - Agenzia Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr