Assembramenti Bologna, feste 'pazze' e No mask. Volano multe e contagi

Assembramenti Bologna, feste 'pazze' e No mask. Volano multe e contagi
il Resto del Carlino INTERNO

Durante la nottata non sono mancati momenti di tensione, in particolare in piazza San Francesco e piazza Verdi, con le forze dell’ordine in antisommossa, ma per fortuna nessuno scontro

"Oramai è tutto fuori controllo", è il commento del Comitato Piazza Verdi che rimarca ancora una volta il triste scenario lasciato al termine del divertimento: vetro a terra, bottiglie sulle auto e peggio ancora.

Piazza Verdi, piazza San Francesco, piazza Puntoni le zone con le maggiori criticità con ’raduni’ che hanno abbondantemente superato l’ora del coprifuoco. (il Resto del Carlino)

Ne parlano anche altri media

Tutti sono stati identificati dalla polizia e riceveranno a casa sanzioni che vanno da un minimo di 400 euro ad un massimo di mille. Una notte 'caldissima' dal punto di vista del caos e dei controlli in varie parti di Bologna e con le forze dell'ordine costrette agli straordinari per disperdere gli assembramenti: piazza Verdi, piazza San Francesco, piazza Puntoni su tutti. (Il Resto del Carlino)

Tutte le iniziative sono state monitorate e seguite dall'imponente dispositivo di ordine e sicurezza pubblica predisposto dalla Questura, che ha previsto l'impiego di circa 300 uomini tra Polizia di Stato, Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia Locale. (BolognaToday)

Presenti qualche decina di persone e alcuni esponenti dell’estrema destra quali Almerigo Esposito (Forza Nuova) e Fabio Tuiach Un Primo Maggio senza corteo, con una manifestazione statica che ha radunato cira trecento persone in piazza Unità (secondo stime della Questura), organizzata da Cgil Cisl e Uil. (TriestePrima)

Primo maggio, più manifestazioni e nessun corteo: centinaia di persone nelle piazze triestine

Tutti rigorosamente senza mascherina. I promotori dell'iniziativa risponderanno anche per il mancato preavviso della manifestazione, previsto dalla legge nei 3 giorni precedenti (La Repubblica)

Bologna, 2 maggio 2021 - La droga dello stupro nascosta dentro casa. Il fotografo deve rispondere di detenzione a fini di spaccio e importazione illegale di farmaci (il Resto del Carlino)

Il corteo si è poi diretto nuovamente verso il centro, mentre in piazza della Pace il Movimento Nazionale terminava la sua manifestazione Il corteo degli antifascisti, partito da piazza Maggiore, ha raggiunto le vicinanze di piazza della Pace fermandosi in via Montefiorino dove per circa un’ora ha fronteggiato la polizia senza però cercare lo scontro. (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr