Africa: sfuggire alla lunga ombra dell'11 settembre — L'Indro

Africa: sfuggire alla lunga ombra dell'11 settembre — L'Indro
Più informazioni:
L'Indro ESTERI

In molti casi, una risposta militare deve inevitabilmente essere parte della più ampia strategia per invertire le conquiste dei militanti.

Sebbene fossero concentrati su obiettivi locali, gli Stati Uniti li percepivano come una minaccia.

Vent’anni dopo gli attacchi dell’11 settembre, come può l’Africa garantire che i prossimi due decenni siano migliori dei precedenti?

Quel duro giro di vite ha minacciato di capovolgere i legami tra gli Stati Uniti e l’UE, da un lato, e Addis Abeba dall’altro. (L'Indro)

Su altre testate

A segnalarlo è Rita Katz, direttrice di Site, l'organizzazione che monitora ogni giorno le attività jihadiste sul web. È tornato a farsi sentire Ayman al Zawahiri, il leader di Al Qaeda e successore di Osama Bin Laden. (ilGiornale.it)

Tuttavia, non possono essere sufficienti per offrire la vittoria ai combattenti irregolari opposti agli stati più potenti Tuttavia, da un punto di vista materiale, i jihadisti non possono competere con i loro nemici. (L'Indro)

Nel video al Zawahiri loda, tra l'altro, l'autore dell'attentato alla base militare americana di Pensacola, lo studente saudita Mohammed Saeed Alshamrani che uccise nel 2019 tre persone prima di essere ucciso dalla polizia Inoltre critica gli accordi di normalizzazione dei rapporti tra Israele e diversi Paesi arabi che descrive come "traditori". (Adnkronos)

Effetto Kabul, ora la jihad apre nuovi fronti

Un nuovo video di Ayman Al Zawahiri, leader di Al Qaeda, è stato diffuso dal gruppo islamista proprio nelle ore in cui negli Stati Uniti si stavano commemorando le vittime dell’11 settembre. Tra questi anche Mohammed Saeed Alshamrani, l'attentatore a una base militare a Pensacola, in Usa. (L'Unione Sarda.it)

Ma è mistero sulla sua sorte: nel novembre 2020 è stato dato per morto. Lo slogan era stato lanciato dopo la decisione dell’ex presidente Usa, Donald Trump di spostare l’ambasciata Usa da. (QUOTIDIANO NAZIONALE)

Radicati in almeno nove Paesi, ramificati in due continenti. E pronti a divampare sulla scia della conquista talebana di Kabul. (La Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr