Nas Pescara, Farmacia pubblicizzava tamponi rapidi a prezzo agevolato con birra in omaggio

Rete8 INTERNO

La titolare della farmacia è stata segnalata all’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato e all’Ordine dei Farmacisti di Pescara per pratica commerciale scorretta

In particolare, nella locandina del pub dedicata alla manifestazione “Oktoberfest”, la farmacia pubblicizzava l’effettuazione di tamponi rapidi per Covid-19 al prezzo agevolato di 10,00 euro, con la promessa di una “birretta omaggio” per tutti coloro che, risultati negativi, avessero ottenuto il green pass per partecipare all’evento. (Rete8)

Su altre testate

In particolare, nella locandina del pub dedicata alla manifestazione “Oktoberfest”, la farmacia pubblicizzava l’effettuazione di tamponi rapidi per Covid-19 al prezzo agevolato di 10,00 euro, con la promessa di una “birretta omaggio” per tutti coloro che, risultati negativi, avessero ottenuto il green pass per partecipare all’evento. (Vasto Web)

Nello specifico, nella locandina del pub dedicata alla manifestazione “Oktoberfest”, la farmacia pubblicizzava la possibilità di effettuare tamponi rapidi per Covid-19 al prezzo agevolato di 10 euro, con la promessa di una “birretta omaggio” per tutti coloro che, risultati negativi, avessero ottenuto il green pass per partecipare all’evento In azione i carabinieri del Nas che hanno segnalato la titolare all'autorità garante della concorrenza e del mercato e all’Ordine dei Farmacisti di Pescara per pratica commerciale scorretta. (IlPescara)

- PESCARA, 11 OTT - Tampone a dieci euro e birra in omaggio. I Carabinieri del Nas di Pescara hanno individuato una farmacia della provincia che effettuava attività promozionale, di tipo sanitario, nella pagina Facebook di un ristopub della zona. (Sky Tg24)

ott112021. Obbligo green pass, farmacie pronte a sforzo su richieste tamponi. L'appello di Cossolo è: «Tranne alcuni che non si possono vaccinare, gli altri invece di lamentarsi per le file per i tamponi, li inviterei a vaccinarsi» (Farmacista33)

E’ assalto alle farmacie della provincia per la prenotazione di un tampone rapido per la verifica dell’infezione da coronavirus. L’obbligo del green pass per i lavoratori pubblici e privati, a partire da venerdì prossimo, ha fatto scattare dappertutto la corsa al test rapido ogni 48 ore: in gran parte delle (La Stampa)

Per avere il lasciapassare verde bisogna farne ogni due giorni se si tratta del rapido, ogni tre se si sceglie il molecolare. Dopo che le Regioni, anche se non con un fronte compatto, ieri hanno denunciato il rischio caos per le aziende con l’applicazione del green pass, sul fronte tamponi le farmacie italiane “sono pronte – dice il presidente di Federfarma, Marco Cossolo – a uno sforzo eccezionale per aumentare l’offerta”. (lasiciliaweb | Notizie di Sicilia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr