'Emanuela Orlandi? L'ho rapita io per De Pedis'/ Confessione choc di Marco Sarnataro

'Emanuela Orlandi? L'ho rapita io per De Pedis'/ Confessione choc di Marco Sarnataro
Per saperne di più:
Il Sussidiario.net INTERNO

Katty Skerl e il caso Emanuela Orlandi/ "Finti addetti cimiteriali caricarono bara…". Quel verbale, inedito, risale al 2008, all’inchiesta della procura di Roma, archiviata secondo i familiari di Emanuela Orlandi troppo frettolosamente visto che stava dando i suoi frutti.

Marco Sarnataro fece parte del commando che, per conto della Banda della Magliana, rapì Emanuela Orlandi dal messo pontificio il 22 giugno 1983. (Il Sussidiario.net)

Ne parlano anche altri giornali

Mio figlio mi disse che dopo averla pedinata per alcuni giorni, ebbero da De Pedis l'ordine di prelevarla». Quindi la condussero al laghetto dell'Eur dove li stava aspettando Sergio, che era l'autista e uomo di fiducia di De Pedis» (ilmessaggero.it)

Se ormai è chiaro che Emanuela Orlandi fu rapita e da chi, quello che ancora non è chiaro è perché e cosa le è accaduto successivamente Sarnataro racconta i dettagli del sequestro: «Marco mi riferì che l’avevano fatta salire su una Bmw berlina a piazza Risorgimento ad una fermata dell’autobus. (361 Magazine)

L’uomo che ha confessato era stato identificato durante le indagini dagli amici di Emanuela Orlandi e ha raccontato di aver agito su ordine di Renato De Pedis, boss della Banda della Magliana. La confessione del presunto rapitore di Emanuela Orlandi in un verbale: “Me lo ha ordinato De Pedis” L’ha raccolta Salvatore Sarnataro, padre di Marco morto a 46 anni nel 2007. (Fanpage.it)

“Emanuela Orlandi rapita dalla banda della Magliana”. La rivelazione non stupisce il fratello Pietro: “Una pista da seguire”

Chi è Marco Sarnataro. Il presunto sequestratore, morto all'età di 46 anni nel 2007, era stato sentito dagli agenti della Mobile in qualità di testimone. Si trattava, per l'appunto, di Marco Sarnataro, uno degli scagnozzi di Enrico De Pedis. (ilGiornale.it)

Sarnataro confessò al padre, Salvatore, di aver rapito Emanuela per ordine di Renatino. Due amici della 15enne, Angelo R. e Paola G., riconobbero in una foto segnaletica il presunto sequestratore. (ilGiornale.it)

Il parere di Pietro Orlandi: “Questo verbale è vecchio, fu archiviato tutto”. “Capaldo ci credeva tantissimo a quelle dichiarazioni – spiega Pietro Orlandi – poi quando il procuratore di Roma Pignatone gli ha tolto l’incarico, venne archiviato. (Secolo d'Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr