La lezione della didattica a distanza

La lezione della didattica a distanza
La Stampa INTERNO

A parte le multinazionali del web, non credo ci sia nessuno soddisfatto della didattica a distanza.

Leggi anche: Con il secondo lockdown per gli adolescenti è scattata l’idea della trappola maria teresa martinengo maria teresa martinengo. Un concorso nazionale per aumentare il personale scolastico fermo al palo da mesi.

L'esperienza è cominciata come un'inattesa evenienza cui tutti, studenti e insegnanti, abbiamo aderito con spirito di sacrificio, per necessità. (La Stampa)

Ne parlano anche altri media

Un'iniziativa di protesta si è svolta anche all'esterno del plesso De Simone, dove i genitori, con gli zaini in spalla, hanno dato vita a un flashmob (BrindisiReport)

Piuttosto che un prolungamento omogeneo, dovrebbero essere le scuole a valutare le singole situazioni e organizzare corsi di recupero mirato". In classe fino al 30 giugno? (La Repubblica Firenze.it)

Ecco perchè il comitato Priorità alla Scuola Puglia ha promosso per la giornata di lunedì 22 febbraio un flash mob davanti alle scuole, all’orario di entrata, per manifestare con cartelli e zaini davanti ai cancelli la contrarietà all’ennesima chiusura degli istituti scolastici, per chiedere il ritiro dell’ordinanza e la riapertura in sicurezza. (TeleRama News)

Zona arancione scuola, cosa succede nelle 8 regioni a rischio medio

Alla luce di tutto questo, sembra inevitabile trarre una conclusione: è necessario prendere in considerazione la chiusura delle scuole “Partiamo da un dato: questa è una fase cruciale dell’epidemia, perché è partita la campagna vaccinale, speriamo che presto si possa avviare quella di massa. (Tecnica della Scuola)

Essi hanno sino ad oggi consentito la didattica in presenza a chi lo chiedeva, mettendo a rischio la loro vita La regola base è utilizzare per due settimane la didattica digitale integrata in tutte le scuole di ogni ordine e grado. (NOCI24.it)

Il nuovo provvedimento del Ministero della Salute dispone il passaggio in area arancione delle Regioni Campania, Emilia Romagna e Molise. Dunque le scuole restano aperte con le superiori in presenza almeno al 50%, salvo restrizioni locali. (Tecnica della Scuola)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr